19.3.14

Chelsea buns


I pregi ed i difetti di una persona corrono su linee sottili, si intrecciano e si perdono nelle sfumature del carattere. Così quella che da sempre viene considerata una qualità può in determinate occasioni, trasformarsi in difetto e viceversa. Ho sempre considerato la mia iperattività e il mio essere sempre in movimento dei pregi, guardando con sospetto chi si abbandona all'ozio. Veloce più del demonio, mi dice la nonna. Il dover essere multitasking ad ogni costo però alla fine stanca.
Può una come me abbandonarsi per una volta alla lentezza, senza sensi di colpa?
Si può, ovviamente nei limiti del proprio essere. Così il dolce preparato durante un sabato super produttivo è diventato la colazione di una domenica iniziata tardi e proseguita con un insolita calma, fatta di letture, tv e divano. Volevo un qualcosa adatto alla colazione e così mi sono venuti in mente i chelsea buns che compravo di tanto in tanto a Londra durante il tragitto casa-università. I cugini inglesi dei cinnamon rolls, arricchiti rispetto a quest’ultimi dalla presenza dell’uvetta e delle mele, vengono consumati per colazione e si accompagnano perfettamente al tradizionale tè delle cinque. La ricetta è tratta dal libro edito da Guido Tommasi editore “una merenda a Londra”.






Ingredienti

250g di farina 0
1 cucchiaino di zucchero
2 cucchiaini di lievito di birra secco
20g di burro tagliato a cubetti
150ml di latte tiepido
1 uovo sbattuto

Per il ripieno:

30g di burro
50g di zucchero di canna
80g di uvetta
1 mela sbucciata e grattugiata

Per la copertura:

3 cucchiai di zucchero semolato
2 cucchiai di acqua
1 cucchiaino di cannella in polvere

In una ciotola mescolate la farina con lo zucchero e il lievito. Aggiungete il burro, lavorandolo un po’ dopodiché aggiungete il latte e l’uovo sbattuto. Impastate con le mani, aggiungendo se necessario un po’ di latte. Lavorate l’impasto per una decina di minuti su di un piano di lavoro. Una volta ottenuto un composto liscio ed elastico, mettetela in una ciotola e lasciate lievitare per un ora in un luogo caldo.
In una casseruola mettete il burro e lo zucchero e cuocete a bagnomaria fino a che il burro non sarà sciolto. Aggiungete l’uvetta e la mela grattugiata, mescolando bene.

Stendete la pasta fino ad ottenere un rettangolo di un spessore di mezzo centimetro e distribuiteci il ripieno, lasciando liberi i bordi. Arrotolate la pasta nel senso della lunghezza. Tagliate il rotolo così ottenuto e disponete le girelle ottenute in una placca ricoperta di carta forno. Lasciate riposare per un’ora in un luogo caldo. Cuocete per 15-20 minuti in forno preriscaldato a 180 °C. Scaldate lo zucchero e l’acqua a fuoco basso fino a quando lo zucchero non è completamente sciolto. Aggiungete anche il cucchiaino di cannella e mescolate. Spennellate la superficie dei buns con questo sciroppo.




14 commenti:

  1. Buoni, questi piacerebbero sicuramente al marito.....mhhhhh oggi è anche la festa del papi e potrei fargli una sorpresa. Brava Chiara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Annarita!!Stavolta ci siamo fatte riconoscere :))

      Elimina
  2. Come ti capisco! Io faccio mille cose in una e cerco di non fermarmi mai perché se lo faccio poi è dura ripartire! Ci si stanca, ma non potrei farne a meno perché è la mia essenza. Da quando sono mamma ammetto che è tutto molto più difficile e quasi quasi una domenica mattina di relax con una colazione come questa quasi quasi me la regalo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero difficile cambiare quando si è così di natura, però ogni tanto qualche momento di relax ce lo dobbiamo concedere, per riposarci sia fisicamente che mentalmente. Ci sto lavorando su...

      Elimina
  3. Ah, questi te li copio.. sarà, ma a me tutto ciò che ha forma di spirale piace istintivamente! Forse è per quello che ne ho una tatuata dietro il collo? ;)

    Te li copierò di certo!!

    RispondiElimina
  4. una bontà assoluta, e sembrano anche abbastanza facili da preparare, sperimenterò! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  5. posso dirti che ti capisco!!!!anch'io son sempre a corsa, ma quando ci si dedica ad una domenica di relax ci il relax rigenera completamente!!!
    adoro queste girelle anch'io l'ho fatto un po' di tempo fa, mi hai fatto venir voglia di rifarle…magari domani!!!
    bacio e buona domenica

    RispondiElimina
  6. rido sotto i baffi perchè anche la mia di nonna mi ha sempre detto che vo' veloce più del demonio : ))
    però ammetto che crescendo sto imparando a canalizzare la mia forza ed iperattività.
    corro sempre, lo ammetto, ma ho incontrato un marito (il mio ndr : ))))))) ) che mi sta insegnando l' arte del relax, l' arte del riposo sul divano... sabato pomeriggio ho fatto la mia prima pennichella post prandiale dopo 25 anni. per dire.........
    quando mi son svegliata avevo una fame che mi son pentita d' aver chiuso gli occhi, questi chelsea buns sarebbero stati perfetti.. e mi piacciono molto!
    compresa la prima foto, da urlo...
    bacissimi!

    RispondiElimina