Pedalando lungo la Romantische Strasse

mercoledì, agosto 27, 2014



Quest’anno la mia vacanza è iniziata con molte incognite, una mountain bike acquistata qualche settimana prima della partenza, un bagaglio ridotto al minimo e 400 km di Romantische Straβe davanti. Abbiamo pedalato da Füssen, paese ai piedi delle alpi bavaresi confinante con l’Austria, fino a Würzburg cittadina della Franconia. Le incognite si sono rivelate delle scoperte. La scoperta di riuscire a sostenere i cinquanta chilometri giornalieri, i sali e scendi ricorrenti che mi spezzavano il fiato e la fatica di fine giornata. In bicicletta si viaggia ad una velocità differente, gli occhi si rilassano davanti  al paesaggio, si assaporano i profumi (e anche i puzzi) dei luoghi attraversati, si gode dell’aria che accarezza la faccia durante le discese e del sole che a fine vacanza ti ha regalato un’esilarante abbronzatura da ciclista. La Romantiche Straβe si intreccia con lo scorrere dei fiumi e durante il percorso si corre veloci lungo la valle del Lech, si osserva il fiume Wörnitz immettersi nel Danubio e si segue il Meno per entrare trionfali nell’ultima città del percorso. Scorrono paesini bavaresi con case dai tetti aguzzi e davanzali fioriti, le chiese barocche immerse nel verde, i vitigni della Franconia e piccoli tesori medievali, come le cittadine di Rothemburg ob der Tauber e Dinkelsbühl. Ogni tanto le indicazioni della Romantiche Straβe diventano meno frequenti e si intersecano con quelle di altri percorsi, tanto che la strada è stata spesso abbandonata per poi essere ritrovata qualche chilometro più avanti. Non si pedala mai da soli e si incontra tanti cicloturisti e appassionati di tutte le età, dalla coppia di persone anziane, ai bambini dai 3 anni in sù. A fine giornata, smessi i panni dei cicloturisti ci si rilassa davanti ad una birra aspettando la cena e il meritato riposo. Una vacanza da rifare, attraversando paesaggi e città diverse ma sempre con la stessa velocità e lo stesso vento che ti accarezza la faccia.









You Might Also Like

14 commenti

  1. Da rifare...ne sono felice che sei arrivata a questa conclusione.
    Mi ero dimenticata di dirti del Lech e del ristorante sul fiume di Wurzburg.
    Vorrei tanto chiederti se le indicazioni ora sono più chiare. E se ti ricordi tanti piccoli scorci, curve, salite e discese. Ci sono immagini che non ti abbandonano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si da rifare assolutamente, appena tornati abbiamo già iniziato a pensare al prossimo giro. Sono partita molto dubbiosa e sono tornata entusiasta!A Wurzburg mi sono goduta il meritato riposo sul ponte sul Meno con tanta altra gente a fare l'aperitivo ed una luce fantastica.
      Mi sa che il prossimo anno faccio un pensierino sulla ciclabile lungo il Danubio....
      un bacio, Chiara

      Elimina
  2. Bellissimi luoghi, incantevole vacanza!

    RispondiElimina
  3. Luoghi incantevoli e foto spettacolari... brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quelli immortalati sono solo una piccola parte dei posti incantevoli visitati, tante volte la pedalata ha preso il sopravvento sulla voglia di fotografare :)

      Elimina
  4. Mai fatta una vacanza pedalando, e mai stata lì... la vacanza in bici, continuerò ad evitarmela... ma la romantische strasse sarei davvero curiosa di vederla!!!

    langolodellacasalinga.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io non avrei mai pensato di fare una vacanza in bici e poi mi è piaciuta un sacco (complice anche il tempo che abbiamo trovato). Con la bici si vede dei posti che in macchina possono sfuggire. un bacio, Chiara

      Elimina
  5. Che meraviglia.. sogno un viaggio così, in bicicletta, ma ammetto che forse lo preferirei ancor più a piedi, zaino (leggerissimo) in spalla..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La bici per me è stata una scoperta e sono convinta che anche a piedi sarebbe davvero un bel viaggio. La romantische strasse si presta molto bene ad una vacanza di questo genere, farla in macchina secondo me perderebbe un po' del suo fascino. un bacione

      Elimina
  6. che bellissima esperienza! io sogno di pedalare nella valle della Loira!

    RispondiElimina
  7. L'ho fatta tantissimi anni fa quando vivevo in Germania!!! Che bellissimo ricordo mi avete fatto tornare alle mente!

    RispondiElimina
  8. Che ricordi... noi lo abbiamo fatto in macchina, anche perchè la Carola era ancora piuttosto piccola. Ma è un giro che consiglio a tutti, di continuo. Esattamente come consiglio la Germania, paese bellissimo, con un costo della vita meravigliosamente basso e luoghi che trasudano storia e bellezza ad ogni angolo. Splendida scelta, splendide foto!

    RispondiElimina
  9. Sono posti che mi piacerebbe tantissimo visitare e credo che il ritmo slow della bici sia davvero l'ideale!

    Fabio

    RispondiElimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe