Andare per i campi

giovedì, aprile 14, 2016


Andare per campi ed erbe spontanee.
Vivendo in un paese immerso nella campagna Toscana, il contatto con la natura non mi è mai mancato. Per fare un semplice esempio alla scuola materna mi hanno portato in gita nell’ordine: alla biblioteca comunale, all’azienda agricola vicino alla scuola e ad un maneggio. La mia casa ha un orto e oliveta a corredo, più un mare verde di erba incolta. Con la primavera la mia curiosità mi spinge proprio verso quel mare verde, alla ricerca di erbe da poter essere usate in cucina, mi spinge ad osservare ciò che mi circonda in cerca di qualcosa di nuovo. Molto spesso raccolgo anche qualche erbaccia credendo di aver trovato chissà cosa e resto delusa dal severo responso di donna praticità (alias mia madre) “no questa è solo erba, non so se è commestibile, per me è erbaccia”. Mi piacerebbe riuscire a distinguere un maggior numero di specie. Tra quelle che riconosco con estrema facilità, c’è proprio la borragine. Le foglie ovali  verdi scure ricoperte da una ruvida peluria e i fiori di colore blu-viola, disposti a stella la rendono inconfondibile. Oltre ad essere riconoscibile è anche di semplice reperibilità nei campi.

La ricetta di questo primo piatto parte proprio dalla voglia di utilizzare ancora una volta questa pianta, ma se non riuscite a reperirla potete andare a riempire la vostra pasta con un ripieno più classico come spinaci e ricotta. La tecnica è la stessa sia che usiate l’erba spontanea, sia che compriate gli spinaci. Si sbollenta la verdura, si strizza bene, si aggiunge la ricotta e si riempie la pasta in precedenza cotta. Il sugo di pomodoro e la spolverata di parmigiano andranno poi a completare il piatto.



Paccheri al forno ripieni di borragine

Ingredienti per 4 persone:

200g di borragine
500g di ricotta
200g di paccheri
300ml di passato di pomodoro
1 spicchio d’aglio
Parmigiano reggiano
Erbe aromatiche (timo, maggiorana, rosmarino)
1 pizzico di noce moscata
Sale e pepe
Olio extravergine d’oliva

Lavate la borragine e lessatela in abbondante acqua salata. Una volta cotta, scolatela e strizzatela bene. Fate intiepidire, dopodiché tritate grossolanamente con una mezzaluna. In una ciotola mescolare la borragine tritata con la ricotta. Salare e pepare. Lavate le erbe aromatiche e tritatele con un coltello o con la mezzaluna. In una piccola pentola fate scaldare dell’olio con uno spicchio di aglio, unite la passata di pomodoro e salate. Unite alla salsa di pomodoro il trito di erbe aromatiche, un pizzico di peperoncino in polvere e fate andare a fuoco molto basso per 15 minuti circa. Nel frattempo cuocete i paccheri in abbondante acqua salata.
 In una pirofila disponete sul fondo una parte della salsa di pomodoro (un po’ meno della metà). Riempite i paccheri con il ripieno di ricotta e borragine e disponeteli per verticale nella pirofila. Continuate in questo modo fino a che non avrete terminato i paccheri e riempito la pirofila. Coprite la superficie con la restante salsa di pomodoro e terminate con una bella grattugiata di parmigiano. Disponete la pirofila in forno preriscaldato a 180 °C fino a che il formaggio non si sarà fuso e avrà fatto una bella crosticina. 



Se siete curiosi di scoprire le ricette che non approdano su queste pagine, ciò che accade dietro le quinte e molto altro seguiteci 
QUI!

Se non volete perdere gli aggiornamenti del blog iscrivetevi 
QUI!

You Might Also Like

4 commenti

  1. Spettacolare borragine! Per me è il comfort food che mi ricorda la mia nonnina dai capelli d'argento, che me la preparava in pastella, ripiena di acciughe... uno di quei ricordi che solo al pensiero sento già il profumo e quel sapore inatteso.
    Questa la provo, giusto il tempo del fine settimana, dei pomeriggi in passeggiata e dei campi toscani, anche questi! ;)

    RispondiElimina
  2. Sono già due domeniche che vedo la borragine sul ciglio della strada mentre andiamo a fare la gita fuori porta ma non riesco a trovare un campo incontaminato per raccoglierla! Marta sei proprio fortunata a vivere tra orto, ulivi e campi verdi, oltre ad essere bravissima a cucinare quello che la natura offre! Buona giornata!

    RispondiElimina
  3. Questo weekend anche io andro' per campi in cerca di asparagi e vitalbe! La borragine la conosco solo di nome mannaggia! Cerchero' qualche foto su internet e poi provo a riprodurre questa meraviglia di primo piatto!

    RispondiElimina
  4. QWualcuno mi chiuda la mascella prima che arrivi al pavimento!!! Meraviglioso questo piattino e le foto dicono tutto!!!

    RispondiElimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe