Cornetti ‘nduja e mandorle

mercoledì, aprile 11, 2018

Foto di cornetti di finta sfoglia con 'nduja e mandorle


Cornetti con 'nduja e mandorle
Dovrei parlavi di questa ricetta, di questo finger food che ho impiegato anni a far approdare sul blog. Del perché arriva adesso piuttosto che anni fa, dovreste chiederlo a Chiara. Credo che non fosse mai il momento giusto e finivamo per rimandare. 
In realtà però, nell’ultimo periodo le ricette (anche quelle ben riuscite come questa) sono passate un po’ in secondo piano; schiscette e ottimizzazione del tempo sono ormai diventati il mio chiodo fisso. Già che siamo qui in confidenza vorrei chiedere anche voi i vostri trucchi per far incastrare tutto, ma soprattutto cosa c'è nei vostri porta pranzo. Per la serie togliete il tappo e mostratemi cosa mangiate. Tutto questo perché la mia vita sta avendo dei cambiamenti, che comportano più pranzi fuori casa e minor tempo a disposizione. Questa primavera mi ha portato cambiamenti e riorganizzazioni da affrontare. Un "cambio armadio" della mia routine quotidiana. Meno camminate all’aria aperta e più traffico, meno tempo a disposizione e un nuovo percorso.

Immagino però che se seguite questo blog è perché volete sapere di più sulle ricette, quindi bando alle chiacchiere, ed ecco la ricetta: i cornetti 'nduja e mandorle si preparano partendo dall'impasto dei ragoulach del terrazzo del "Cavoletto di Bruxelles". L'impasto che avvolge il ripieno è a base di: burro, farina e formaggio cremoso. E’ un involucro di quelli furbi, una finta sfoglia for dummies. E’ facile da preparare, non richiede molta tecnica ne un lavoro di ore. L'unica avvertenza è quella di prepararla la sera prima, più riposa migliore sarà il risultato finale. Il ripieno poi è per chi ama i sapori piccanti, con la possibilità di variare la quantità di 'nduja in base ai vostri gusti. Per noi queste dosi sono equilibrate, la sfoglia stempera il piccante che continua comunque ad essere avvertito. Il mio babbo invece li ha trovati poco piccanti. Dopo averne assaggiato uno ha esordito con: "buoni, ma quali sono quelli con l'nduja?", però lui non è un metro giudizio equilibrato sul piccante, quindi il consiglio è di provarli così e poi modificarli in un secondo momento in base ai propri gusti.


Marta

Finger food con 'nduja e mandorle passaggi preparazione


Cornetti ‘nduja e mandorle


Ingredienti per circa 30 pezzi:
per la sfoglia
100g di burro
100g di formaggio fresco spalmabile tipo philadelphia
150g di farina 00

Per la farcia
5 g di mandorle
15 g di ‘nduja
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
4 cucchiai di acqua

1 albume per spennellare

Mescolate il burro morbido con il formaggio spalmabile. Unite la farina e impastate velocemente fino ad ottenere un impasto morbido. Avvolgete nella pellicola e fate riposare in frigo per una notte. Trascorso il tempo necessario, mettete un pentolino contenente la nduja e il concentrato di pomodoro sul fuoco per pochi minuti in modo che la nduja si sciolga. Dividete l’impasto in due parti uguali. Stendete la prima metà formando un cerchio. Stendete sulla superficie la nduja e ricoprite con la granella di mandorle. Dividete il cerchio in tanti spicchi e arrotolateli su se stesse per ottenere altrettanti cornetti. Ripetete l’operazione con l’altra parte di impasto. Disponete i cornetti su una placca coperta di carta forno, spennellate con albume o con poco olio ed infornate a 180 °C per 10-15 minuti fino a che non saranno dorati.

You Might Also Like

1 commenti

  1. Le preparerò al mio futuro genero, che alla tenera età di 10 anni ama la 'nduja più di ogni altra cosa. Io lo dico alla consuocera che secondo me è un po' prestino per questi sapori, ma... nulla! :D

    RispondiElimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe