Victoria sponge

giovedì, maggio 16, 2013

Le chiamano le “chiarate”: situazioni tragi-comiche in cui sono allo stesso tempo artefice e vittima della mia stessa sfiga.
Il fine settimana appena trascorso è stato costellato da chiarate. Ho comprato, come regalo di compleanno per un’amica, un fermaporte convinta si trattasse di un ferma libri. Errore che non sarebbe da considerarsi tale se l'amica in questione non abitasse in un monolocale, dove l'unica porta è quella del bagno. Visto che mi ero fatta sfuggire la dicitura "doorman" incisa sul presunto ferma libri, avevo deciso di rimediare accompagnando lo sfortunato acquisto con dei biscotti personalizzati, usati a mo’ di bigliettino d’auguri. Biscotti che, una volta tolti dal forno, avevano acquisito un simpatico colore marroncino che li rendeva impresentabili. Dopo aver inanellato una serie di "chiarate", la voglia di mettersi nuovamente ai fornelli era pari a zero, il momento era di quelli zitta e buona in un angolo per non rischiare di combinare altri guai. Le fragole però dovevano essere utilizzate, sapevo che il giorno seguente una tavolata di parentado avrebbe gradito un dolce e così un po’ di malavoglia (spronata dalla mia fida compagna di avventure) mi sono cimentata in una Victoria sponge. Questo dolce, che deve il suo nome alla regina Vittoria, ha come base un impasto quattro quarti e viene solitamente riempita con marmellata di fragole o di lamponi e panna. La ricetta tradizionale prevede la cottura di due differenti dischi di pasta che poi vengono assemblati insieme, io per praticità non mi sono attenuta alla ricetta originale e ho fatto una singola torta che poi ho diviso a metà.


Victoria sponge

Ingredienti
225g di farina
225g di zucchero
225g di burro
4 uova
un cucchiaio di lievito per dolci

200 ml di panna fresca
400 gr di fragole
3 cucchiai di zucchero
15 ml di acqua
Il succo di mezzo lime

In un ciotola montate il burro con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e cremoso. Incorporate le uova una per volta ed in seguito aggiungete la farina setacciata ed il lievito. Versate l’impasto in uno stampo con bordo amovibile precedentemente imburrato o rivestito di carta forno. In alternativa dividete l’impasto in due parti uguali e riempite due stampi identici.
Infornate a 200 °C per 30 minuti circa o fino a che non vi sembra cotto. Lasciate raffreddare e nel frattempo preparate le fragole per il ripieno. Lavate le fragole e tagliatele a metà. Fatele bollire a fuoco lento in un pentolino con l’acqua, lo zucchero il succo di mezzo lime.

Montate la panna. Una volta freddo, tagliate il dolce a metà, bagnate l’interno con un po’ del liquido delle fragole e spalmate la panna su una metà della torta. Sopra la panna distribuite le fragole, il loro liquido e coprite con l’altra metà della torta. Spolverizzate sulla superficie della torta dello zucchero a velo.




Victoria sponge


225g of flour

225g of sugar

225g of butter

4 eggs

one tablespoon of baking powder


200 ml of whipping cream

400g of strawberries
3 tablespoons of sugar
15ml of water

the juice of half lime

icing sugar


Cream the butter and the sugar together in a bowl until pale and fluffy. Beat in the eggs, one at a time and then stir in the sifted flour and the baking powder. Place the batter in a cake tin, previously greased, and bake at 200 °C for about 30 minutes or until golden. Remove from the oven and set aside until cold. Rinse the strawberries and cut them in half. Boil them into a saucepan with the water, the sugar and the lime juice.

Whip the cream.

When cold, cut the sponge in half and sprinkle the two halves with the strawberries sauce. Spread one layer with whipped cream and strawberries, put the other layer on top and dust with icing sugar.




You Might Also Like

21 commenti

  1. Buona! Da provare! La tua è particolarmente invitante :-)
    Divertenti le tue "chiarate" :-) Sapessi quante ne ho fatte io!

    saluti

    Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stata spazzolata in un batter d'occhio, era davvero buona!

      Elimina
  2. ahahah ma tu lo sai che io ti vogghio tanto tanto bbene lo stesso (e il tuo regalo mi piace tantissimo)
    Purtroppo non ho ancora potuto testarlo come fermalibri, visto che la mia valigia è persa nei meandri dell'aereoporto di Bruxelles, causa sciopero della compagnia che si occupa del carico/scarico bagagli (va avanti da domenica, 20.000 valigie accumulate, un bordello)
    Vabbè te farai le chiarate, ma ci sarà un motivo se a me mi chiamavano Sfighetta al liceo...

    Comunque se proprio ti senti in colpa e senti di doverti far perdonare basta che mi cucini questa torta la prossima volta che vengo in Italia :-p
    (panna e fragole è il mio paradiso personale)

    Bacio!!

    Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ancora non ti hanno fatto sapere niente?!M'immagino quanto tu possa essere incavolata.
      si comunque anche a me hanno affibbiato un nome simile..sfighella. Direi che ci siamo proprio trovate!Prima di tentare i biscotti, avevo pensato di farti qualcosa con le fragole, ma ero convinta tu fossi allergica..
      un bacione

      Elimina
    2. Lo sono! :(
      Ma le amo cosi' tanto che cedo alla tentazione troppo spesso e mi ricopro regolarmente di bolle rosse pizzicosissime... Vado a periodi, a volte ho reazioni leggerissime a volte più violente, l'ultima volta (2 sett fa) 3 fragole mi hanno fatto quasi venire uno shock anafilattico :/
      Comunque 12 gg e ancora niente valigia, sta per venirmi un esaurimento :D (<-- NB sorriso nervoso)
      baci!!!

      Elimina
  3. Ehhh purtroppo le chiarate capitano... eheheheh... però dopo guarda qui che capolavoro che hai sfornato! :D Bellissima e stragolosa! Io la faccio spesso, è davvero morbida e deliziosa... complimenti! Un bacione e buona giornata! :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ma avevo il terrore del flop...per fortuna è venuta bene ed è piaciuta a tutti!

      Elimina
  4. Lo dici a una che giusto un'ora fa ha versato una intera tazzina di caffè bollente sul marito che leggeva il giornale al bar? Però mi pare che non tutte le chiarate finiscano per nuocere..... la torta faceva dimenticare il fermaporta! Un bacio. Bellissime foto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come l'ha presa il marito?!Si ma io neanche la volevo fare, avevo toppato una ricetta, i biscotti si erano bruciati, insomma la giornata non prometteva benissimo!
      un bacio

      Elimina
  5. A me chi combina qualche pasticcio sta molto, molto simpatico... :-)
    Le tue foto sono bellissime, te lo dico ancora prima di lodare l'affascinante torta alla quale rubererei tutta la farcitura con il dito! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Francesca!Beh si ho effettivamente ho fatto ridere tutti con la storia del regalo :)

      Elimina
  6. Diciamo che hai recuperato alla grande e le tue foto parlano molto chiaramente. Super invitate!!!!

    RispondiElimina
  7. Risposte
    1. :)) grazie Azzurra, sempre troppo gentile!

      Elimina
  8. Capitano le giornate così... ;-)
    La tua torta è uno spettacolo, complimenti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è che me ne sta capitando diverse in questo periodo :)
      per fortuna si trova sempre un rimedio!

      Elimina
  9. Questa versione è incantevole e le foto sono da urlo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!Le foto sono venute davvero bene, anche se la modella era un po' indisciplinata :)

      Elimina
  10. che fame mamma mia e complimenti per il blog e le foto!!!

    RispondiElimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe