Terrina di faraona con prugne

venerdì, marzo 24, 2017

Terrina di faraona con prugne e scalogni spadellati con la salsa di soia

Giuliana questo mese ci ha messo alla prova con le terrine e noi abbiamo risposto con la nostra terrina di faraona con prugne accompagnata da maionese allo zenzero e scalogni. Nel mezzo c’è stato un gran caos, che solo noi sappiamo creare. Vi ricordate i nostri buoni propositi per il 2017? Cancellati nel giro di pochi giorni. Forse dobbiamo arrenderci al fatto che non riusciremo mai a diventare delle persone organizzate.

Amazon ci ha scombinato i piani ed in seguito noi ci abbiamo messo del nostro. Per la ricetta proposta questo mese per la sfida dell’MTChallenge era necessario possedere l’apposito contenitore in terracotta o in ceramica da forno, con il coperchio forato, comunemente noto con il nome di “terrina” all’interno del quale cuocerla. Avevamo previsto il suo arrivo per il fine settimana, ma il ritardo ci ha portato a preparare la nostra terrina di faraona e prugne durante la settimana. Le fotografie rimandate al giorno successivo. Usando due cucine come punti di appoggio, la sorella si è ritrovata a fotografare la terrina senza il coperchio (che era rimasto a casa mia) e con stoviglie di fortuna. Tutto sommato, nonostante le varie infamate che ci siamo tirate, il risultato finale non è poi così male. Per quanto riguarda poi la prova all’assaggio questa ha di sicuro superato le aspettative. L’idea di partenza era quella di impiegare gli ingredienti che di solito utilizziamo per la preparazione della faraona ripiena per la terrina. Così abbiamo unito alla faraona le prugne secche e scelto come parte grassa la salsiccia e la pancetta per rivestire il tutto.

La terrina di faraona è stata accompagnata poi a degli scalogni stufati con la salsa di soia e una maionese fatta in casa con lo zenzero. Per il successo della ricetta non possiamo che ringraziare Giuliana che con il suo post magistrale ci ha svelato i segreti delle terrine e la nostra disorganizzazione, che visti i risultati, d’ora in poi utilizzeremo come marchio di fabbrica.

Step della preparazione della terrina di faraona

Terrina di faraona con prugne

Ingredienti per 4 persone:

Per la marinata
3 arance (il succo)
4 cm di zenzero
1 spicchio d’aglio

Per la terrina
300 g carne di faraona
60 g di salsiccia
110 g pancetta
4 prugne secche
1 uovo piccolo

La sera prima mettete in una ciotola capiente la faraona a pezzi, il succo d’arancia, lo spicchio d’aglio schiacciato e lo zenzero fatto a tocchetti. Coprite con la pellicola e mettete in frigo.
Il giorno seguente spolpate e tritate la carne della faraona. In una ciotola mescolate la salsiccia sbriciolata, la carne della faraona tritata e un uovo. Aggiungete sale e pepe e impastate con le mani. Imburrate la terrina e rivestitela con la pancetta, lasciando debordare un poco le fette. Mettete un strato di composto all’interno della terrina e disponete sul primo strato due prugne. Ricoprite con un nuovo strato e disponete le altre due prugne. Riempite con il resto del ripieno e premete bene in modo da evitare la formazione di bolle. Ricoprite il tutto con le fette di pancetta. Coprite con il coperchio e cuocete a bagnomaria a forno preriscaldato a 180 °C per un’ora circa. Trascorso questo tempo, toglietela dal forno e eliminate il liquido di risulta che si sarà formato. Disponete sopra la superficie della carne un foglio di alluminio e al di sopra di questo disponete dei pesi (noi il batticarne e un pacco di riso) in modo che la carne si compatti. Lasciate intiepidire la terrina in questo modo per 2 ore. In seguito togliete i pesi, sigillate con la pellicola e mettete a riposare in frigorifero per almeno un giorno prima di servirla.

Maionese allo zenzero


Ingredienti:
1 uovo
80 g di olio di oliva extravergine
2 cm di zenzero
1 spicchio di limone

Nel bicchiere del minipimer mettere l’uovo e una parte dell’olio. Azionate il frullatore e versate il restate olio a filo. Continuate a montare muovendo il minipemer dall’alto verso il basso e viceversa. Salate.
Una volta che avrete ottenuto un composto denso, unite lo zenzero e le gocce di limone.

Scalogni stufati


Ingredienti:
200g di scalogni
1 cucchiaio di salsa di soia
Sale
olio extravergine di oliva

Pelate gli scalogni. In una piccola padella scaldate poco olio dopodiché aggiungete gli scalogni interi e fateli dorare per un paio di minuti. In seguito sfumate con la salsa di soia. Aggiustate di sale e continuate a cuocere aggiungendo dell’acqua o del brodo vegetale fino a cottura.

Con questa ricetta partecipiamo alla sfida di marzo dell'Mtchallenge n.64

Banner sfida dell'Mtchallenge sulle terrine


Note:
- noi abbiamo usato la pancetta arrotolata, per un risultato più ordinato meglio usare quella tesa.
- una volta cotta e tagliata abbiamo riscontrato la presenza di qualche bolla d’aria, non so se la colpa è dovuta la “poco” peso disposto sopra la terrina oppure se non abbiamo pressato abbastanza prima di cuocerla.
- per la maionese allo zenzero, abbiamo usato un olio extravergine delicato, se avete un olio molto saporito conviene utilizzare l’olio di semi. 

You Might Also Like

10 commenti

  1. Bella, pulita, essenziale e completa al tempo stesso. La cucina che piace da morire a me e che spesso non sono capace di fare. :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giovanna!!!Nessun ci crede nessuno che non ne sei capace :))))
      Un bacione

      Elimina
  2. Faccio spesso la faraona ripiena con le prugne (io ci metto anche lo speck) ed fantasica di sapore, quindi immagino la vostra terrina e già mi viene fame. Sarete disorganizzate, ma non cambiate, siete fantastiche così!Il disordine vi dona!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche noi a casa la mangiamo spesso perchè piace a tutti e proprio per questo da questa ricetta siamo partite per la nostra terrina. Grazie Sabrina per tutti i complimenti!un bacione

      Elimina
  3. la trovo elegante, appunto perchè è una terrina essenziale e completa. La carne di faraona è ottima per queste preparazioni, e voi l'avete valorizzata ancora di più con le prugne e poi con gli scalogni. brave!! Un bacione ad entrambe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per le tue parole Giuliana e per la bella sfida che hai proposto. Sono venute fuori delle cose strepitose e a noi vedendo tutte queste ricette è già venuta la voglia di provarne altre. Grazie, grazie, grazie.

      Elimina
  4. Che gusto!! questa è proprio una terrina da pranzo della domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero!Non per niente ci siamo ispirate ad un altro nostro piatto della domenica!!

      Elimina
  5. Care le mie ragazze, dopo 40 anni di liste di buoni propositi, ho capito che quello che scrivo sono le uniche cose che non riusciro' a fare. In mezzo, c'e' l'invidia per chi ci riesce, naturalmente. Ma io sono sempre in affanno su tutto, anche sui commenti alle ricette che mi piacciono di piu' e che mi restano in mente dal primo momento in cui le vedo, come questa terrina: che e' l'ennesimo biglietto da visita del vostro modo di cuinare pulito, raffinato, elegante, essenziale. Che pero' accende appetiti che tutto sono fuorche' essenziali e misurati :) Ma va bene cosi. Benissimo, anzi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fatto che una che ne fa mille dica queste cose un po' mi consola, anche se pagherei per essere in affanno come te!!!anche solo riuscire a lasciare commenti sensati a tutti quanti i partecipanti ogni mese mi sembra una grande cosa, per non parlare di tutte le idee che tiri fuori dal cilindro. Grazie!!

      Elimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe