Gnocchi ripieni

martedì, aprile 11, 2017

Gnocchi ripieni di baccalà su crema di asparagi

Bramavamo gli gnocchi ripieni dal tempo della sfida dell’Mtchallenge, lanciata da Annarita. La voglia di provare a farli da sole si era poi consolidata in occasione dello workshop in Garfagnana, ma anche dopo quella esperienza abbiamo dovuto rimandare più volte l’impresa nella nostra cucina. Se la paura dello spatasciamento durante la cottura è costante ogni volta che prepariamo gli gnocchi, con quelli ripieni il livello di allarme è ancora più alto. Nonostante la presenza dell’uovo che dovrebbe garantire maggiore tenuta, a noi un po’ di ansia la mettevano. Qui lo dico e qui lo nego, dopo aver fatto il primo gnocco ripieno lo abbiamo cotto per assicurarci che reggesse.
Ha retto e siamo andate avanti, tra balletti e gridolini.
L’idea iniziale era quella di mettere nel ripieno gli asparagi, poi però nessuno dei condimenti vagliati ci convinceva. Alla fine abbiamo cambiato punto di vista ed abbiamo trovato trovato il modo per non rinunciare agli asparagi. Baccalà dentro, asparagi fuori. Pure il marcus brontolone ha mosso poche osservazioni.
Il piatto oltre ad essere buono è pure scenografico, se siete in cerca di idee per il pranzo di Pasqua questi gnocchi fanno al caso vostro.


Passaggi gnocchi ripieni di baccalà su crema di asparagi

Gnocchi ripieni di baccalà su crema di asparagi


Ingredienti per 4 persone:
600g di patate pasta bianca
180g di farina (noi farina di tipo 1)
1 uovo
200g di baccalà 
600g di asparagi
1 spicchio d’aglio
14g di burro
olio
sale e pepe

Il giorno prima mettete il baccalà in ammollo, in modo da dissalarlo.
Il giorno successivo pulite gli asparagi, tagliateli a tocchetti, lasciando da parte le punte. Saltateli in padella con una noce di burro, aggiustate di sale. Una volta cotti, tenete da parte le punte e frullate il resto fino ad ottenere una crema.
Lessate le patate con la buccia in abbondate acqua fredda. Nel frattempo riducete il baccalà a pezzetti, mettetelo in una padella con un filo d’olio e uno spicchio d’aglio. Fate cuocere, in modo che il baccalà si disfi completamente, aggiungendo in caso di bisogno un paio di cucchiai di latte. Una volto cotto, frullate tutto ed aggiustate di sale.
Una volta cotte le patate, toglietele dall’acqua, privatele della buccia e passatale al passaverdure. Allargate le patate schiacciate sul piano di lavoro, in modo da far uscire il vapore. Unite poco per volta la farina, l’uovo e il sale, compattando l’impasto. Fate dei rotolini piuttosto grandi, prelevatene una porzione appiattitela ed inserite un cucchiaino raso di baccalà. Sigillate intorno al ripieno e fatelo roteare tra le mani fino ad ottenere una forma sferica. Procedete in questo modo fino al termine dell’impasto.

Cuocete gli gnocchi in abbondante acqua salata, non troppi per volta. Una volta che verranno a galla scolateli e serviteli sulla crema di asparagi.

Gnocchi ripieni di baccalà su crema di asparagi passaggi

Con questa ricetta partecipiamo alla Giornata che il Calendario del Cibo Italiano dedica all'asparago. 
Logo del calendario del cibo italiano

You Might Also Like

12 commenti

  1. spettacolo!!! Bellissimo e goloso piatto ragazze, complimenti sinceri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Giuliana, non sai quanto ci fanno piacere i tuoi complimenti. Un abbraccio

      Elimina
  2. Asparagi e baccalà: connubio meraviglioso!
    Questi gnocchi sono elegantissimi.
    Da mangiare il giovedì ma anche il...
    Lunedì
    Martedì
    Mercoledì
    Venerdì
    Sabato
    Domenica
    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ottavia, hai ragione gli gnocchi vanno bene non solo il giovedì ;)

      Elimina
  3. Terribilmente invitanti!!! Mi inviti? :-)

    RispondiElimina
  4. e' il mio aplomb che non regge, qui, altro che lo gnocco.. ma che meraviglia e'? sempre piu' brave, ragazze...

    RispondiElimina
  5. Ma che belli ragazze, complimenti!!! Un bascione

    RispondiElimina
  6. Mamma mia che meraviglia! L'abbinamento poi trovo che sia fantastico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, dopo tutti questi complimenti ci stiamo montando la testa ;)

      Elimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe