Sformatini di carciofi

mercoledì, aprile 26, 2017

Sformati di carciofi con crumbre alle erbe aromatiche

I dispiaceri dati dai disastri culinari si curano a suon di ricette collaudate. Così, dopo la disfatta del sartù per l’MTChallenge, ci siamo consolate con gli sformatini di carciofi. Nessuna variazione sul tema, nessun esperimento ardito, ma la ricetta che la mamma utilizza per fare qualsiasi sformato di verdura. In fatto di verdure in questo periodo stiamo diventando monotematiche,  ma non potrebbe essere altrimenti. L’orto ci sta fornendo quantità industriali di carciofi e vista la versatilità di questo ortaggio lo stiamo usando a profusione. La nostra è terra di carciofi, altri ortaggi (leggasi melanzane e zucche) che meno piacciono al coltivatore di casa non ci crescono ma come vengono bene i carciofi nessuno lo sa. Scherzi a parte, abitiamo davvero in un territorio con una lunga tradizione nella coltivazione dei carciofi e nello specifico della varietà del carciofo empolese. Per questo sulla nostra tavola le ricette con questo ortaggio non mancano mai, oltre agli sformatini di carciofi è facile trovarvi tante altre preparazioni e il grosso numero di ricette che potete trovare sul blog ne è la testimonianza diretta. Il carciofo empolese è una varietà tardiva priva di spine che viene prodotta tra marzo e giugno. Ha una forma subcilindrica ed un caratteristico sapore dolce-amaro. Per la preparazione di questi sformatini abbiamo abbandonato la ricetta (anch’essa super collaudata) dei budini salati per utilizzare una besciamella classica al posta della panna. Per completare con un tocco di sapore abbiamo accompagnato gli sformatini di carciofi con un crumble profumato alle erbe aromatiche. La ricetta si presta ad infinite varianti e la potete utilizzare come base cambiando il tipo di verdura caratterizzante.  

Passaggi per realizzare gli sformati di carciofi con crumble alle erbe aromatiche

Sformatini di carciofi con crumble alle erbe aromatiche


Ingredienti per sei sformatini
4 carciofi
1 uovo
4 cucchiai di pane vecchio grattugiato
1 cucchiaio di erbe aromatiche tritate (menta, maggiorana)
Sale e pepe

Per la besciamella
300 ml di latte
30 g di burro
30 g di farina 00
Noce moscata
sale

Pulite i carciofi eliminando le foglie esterne più dure ed eliminando il pelo interno se presente. Tagliateli in quarti e poi a pezzettini piuttosto piccoli e metteteli in una bacinella con acqua e poco succo di limone. In una padella fate soffriggere uno spicchio d’aglio dopodiché unite i carciofi tagliateli e fateli andare fino a che non risulteranno teneri.
Nel frattempo preparate la besciamella. In una casseruola dal fondo spesso, fate sciogliere il burro a fiamma bassa. Fate schiumare, in modo da eliminare più acqua possibile. Quando le bolle inizieranno a diminuire togliete dal fuoco ed aggiungete la farina. Mescolate e continuate la cottura, a fuoco dolce. Quando il composto diventerà più fluido unite il latte a temperatura ambiente. Continuando a mescolare portate a bollore, quando la salsa inizierà ad addensarsi, coprite e lasciate sobbollire a fiamma dolce per 15 minuti, mescolando di tanto in tanto. Unite il sale e la noce moscata.
Una volta cotti in una ciotola unite i carciofi con la besciamella e l’uovo aggiustate di sale e mescolate bene. Imburrate degli stampini da muffin e rivesti teli con farina o pangrattato. Versate il composto negli stampini e cuocete a bagnomaria in forno preriscaldato a 180 °C per 20 minuti circa. Nel frattempo tritate le erbette. In una padella con poco olio fate saltare il pane secco grattugiato ed in seguito a fuoco spento aggiungete le erbette. Una volta cotti, sformate gli sformatini e completateli con il crumble di pane e erbette. 

Con questa ricetta partecipiamo alla Giornata che il Calendario del Cibo Italiano dedica agli sformati. 
Logo del calendario del cibo italiano

You Might Also Like

10 commenti

  1. Buoni, buonissimi. Amo i carciofi. Mi piace vedere come ognuno di noi abbia la ricetta di famiglia estremamente versatile che si adatta alla maggior parte delle verdure. Pur avendo ciascuno una ricetta diversa ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo anche a me piace leggere e appuntarmi le varie ricette degli altri!Grazie Giorgia

      Elimina
  2. Vorrei passare a trovarti per poter gustare questi splendidi carciofi! Il crumble croccante è un tocca da maestra....di golosità! Complimenti davvero :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Federica!La nostra cucina è sempre aperta :))

      Elimina
  3. E migliore consolazione non ci sarebbe potuta essere: per voi (che avete vinto il contest, con questa ricetta) e soprattutto per noi, che ci possiamo rallegrare con un'altra delle vostre preparazioni, delicate e raffinatissime. Neppure conoscevo il Carciofo empolese quindi brave tre volte, davvero!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero, ci hanno (parzialmente) sollevato il morale. Il carciofo empolese viene prodotto solamente a livello locale, per questo penso non sia molto conosciuto nemmeno dagli altri toscani. Un bacio

      Elimina
  4. mai fatto uno sformato.. ci credete? Potrei inaugurare la carriera con questi!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci credo!Allora devi provare assolutamente. Io ti consiglio anche i budini salati di una vecchia sfida MTC, non li lascerai mai più!

      Elimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe