Schiacciata con l'uva

venerdì, settembre 08, 2017

Fetta di schiacciata con l'uva

La schiacciata con l'uva è una focaccia dolce tipica toscana. Dalle nostre parti da fine agosto a metà settembre si trova in ogni forno, come merenda per grandi e piccini. E' una di quelle ricette che varia da zona a zona e da famiglia a famiglia, che gelosamente ne custodisce i segreti.

In casa de “La cucina spontanea” non c'è la ricetta scritta della schiacciata con l'uva, si è sempre andati ad occhio, questa che leggerete infatti è una mia personale versione. Nell'approcciarmi a questa preparazione mi sono ritrovata in un mare magnum di versioni online ed offline. Ho sfogliato libri, letto online e senza sapere bene a chi affidarmi, mi sono buttata mettendo in campo quello che nell'ultimo anno ho imparato con i lievitati, in fondo chi in casa nostra faceva la schiacciata andava ad occhio. Mia nonna non sfogliava libri di cucina, anche quando l'età era avanzata e i ricordi sempre più sbiaditi, nella sua cucina è andata avanti con la granitica certezza di aver sempre fatto così. L'unica eccezione la facevano le schiacciatedi Pasqua e i cenci, per i quali si affidava alle ricette della vicina. Per gli impasti lievitati come pizza&co, era invece l'esperienza, il maneggiare l'impasto con le mani che aveva la meglio. Non c'era Petroni e bilance che reggessero, le unica cose da seguire erano l'occhio e il tatto. Così ho fatto anch'io, restando per prima sorpresa del risultato. Una schiacciata è venuta ben lievitata, morbida, ben cotta ma allo stesso tempo umida e golosa al suo interno. 
Marta

Ingredienti per la realizzazione della schiacciata con l'uva

Schiacciata con l'uva

Ingredienti

200 g farina 00
200 g farina 0
230 ml acqua
2 g lievito secco
1 cucchiaio olio
2 cucchiai zucchero
Un pizzico di sale

620 g uva
70 g zucchero

In una ciotola setacciate le farine ed il lievito. Unite una parte di acqua ed iniziate ad impastare con l’aiuto di un mestolo in legno. Unite i due cucchiai di zucchero, l’olio, il pizzico di sale e l’acqua restante e continua ad impastare, fino ad ottenere una palla omogena.
Traferite il composto su una spianatoia e continuate ad impastare con il palmo della mano. Una volta ottenuto un impasto liscio, riponetelo in una ciotola leggermente unta e lasciate lievitare per un paio di ore.

Lavate l’uva ed eliminate il raspo. Traferite metà impasto in una teglia leggermente unta, spianandolo con le mani con delicatezza. Distribuitevi metà uva e metà dello zucchero e coprite con il restante impasto sigillando bene i bordi. Infine ricoprite con l’uva che vi è rimasta e lo zucchero.

Infornate a forno già caldo per 20 minuti a 220° in modalità statica.


Con questa ricetta partecipiamo alla Giornata che il Calendario del Cibo Italiano dedica alle all'uva:
Logo calendario del cibo italiano

You Might Also Like

1 commenti

  1. Guarda,come te. Un tormento,queste dosi,perché qui si misura con l'occhio e il naso e le dita. La cucina dei sensi l'hanno inventata le nostre nonne, mi sa. Resta il fatto che il risultato sia spettacolare. Il che suscita però l'interrogativo più inquietante di tutti... si riuscirà a rifarla uguale? :) Bravissima!

    RispondiElimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe