Risolatte agli agrumi ed un questionario

giovedì, febbraio 15, 2018

Foto del risolatte agli agrumi

Da un po’ di tempo stiamo riflettendo sull’evoluzione dei blog di cucina e di come affrontare i cambiamenti. La comunicazione si muove sempre più veloce grazie ai social network come facebook e instagram, grazie ai quali tutto risulta più immediato e diretto. Ci sono le stories di instagram e tante immagini che catturano l’attenzione più di mille parole. Io stessa faccio “zapping” sul web passando da un blog ad un altro come un tempo facevo con i canali televisivi. In pochi minuti riesco a valutare se la cosa mi interessa o meno e nel caso passo oltre. Ha senso quindi continuare a condividere le nostre ricette così come abbiamo sempre fatto? In questo turbinio di pensieri ci siamo rese conto di conoscere pochissimo i nostri lettori e le loro esigenze. Per capire dove andare, dobbiamo prima capire con chi stiamo dialogando. Per cambiare abbiamo bisogno di voi.

Spesso abbiamo dei riscontri diretti: amici e conoscenti che ci scrivono per raccontarci di aver provato una nostra ricetta, alcuni addirittura ci inviano la foto del loro piatto (e noi ne siamo sempre molto contente!). Ma chi siete voi altri lettori silenziosi? Cosa vi piacerebbe trovare tra le pagine de “La cucina spontanea”?
Per rispondere a tutte queste domande abbiamo pensato ad un questionario e ci farebbe davvero tanto piacere se tutti voi che passate di qua, riusciste a dedicarci pochi minuti del vostro tempo per raccontarci qualcosa. Basta un click qui e vi si aprirà un questionario composto da 7 domande (dai sono poche, non arriviamo nemmeno a 10!). 

Le domande sono semplici e dirette, ma se non vi piacciono le costrizioni scriveteci alla nostra mail lacucinaspontanea@gmail.com per lasciarci un vostro commento sull’argomento.

Vi lasciamo adesso una ricetta di conforto, semplice e con pochi ingredienti da preparare ogni volta che abbiamo bisogno di una piccola coccola: il risolatte agli agrumi
Il risolatte classico in questa versione è stato arricchito con uno sciroppo agli agrumi che viene aggiunto alla fine; all'assaggio il cucchiaino affonda nel dolce morbido pescando anche lo sciroppo il cui sapore si fonde con quello infantile del risolatte. La ricetta è stata ripresa dal sito di Elle à Table, mentre l'idea di sostituire una parte del latte con la panna proviene dal blog di Sara.
Questo è il nostro modo per ringraziarvi del tempo che ci dedicherete. 

Ingredienti del risolatte agli agrumi

Risolatte agli agrumi

Ingredienti per 4 persone:
800ml di latte
200ml di panna
100g di riso
100g di zucchero

80g di zucchero
il succo e la scorza di un’arancia


In una casseruola versate il latte e la panna e cuocete fino a portare ad ebollizione. Non appena il latte inizierà a sbollicchiare, versate il riso e cuocete a fuoco basso per circa 1 ora, mescolando di tanto in tanto.
Quasi a fine cottura unite lo zucchero, lasciate andare per altri 10 minuti fino a quando il risolatte non sarà cremoso. Lasciate intiepidire e suddividete in 4 coppette.
Preparate lo sciroppo all’arancia. In un piccolo pentolino unite lo zucchero con il succo d’arancia. Aggiungete anche la scorza dell’arancia, mettete sul fuoco basso e senza mescolare lasciate che lo zucchero si sciolga. Quando inizieranno a formarsi delle bolle e lo sciroppo si sarà scurito leggermente togliete dal fuoco. Lasciate intiepidire, dopodiché versate sulle porzioni di risolatte.  

You Might Also Like

1 commenti

  1. Mi sono permessa di rispondere al questionario anche ho scoperto questo bellissimo blog soltanto oggi tramite Instagram, e vi faccio i complimenti. Per ora ho dato una sbirciata veloce… e ho provato subito questa ricetta. Senza però la panna perché nel mio frigo oggi c'è l'eco ;)
    Vi seguirò con molto piacere!

    RispondiElimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe