Minestra di melanzane alla fiamma e cous cous di Ottolenghi

giovedì, luglio 26, 2018


Immagine piatto con minestra di melanzane, cous cous


Ancora Ottolenghi. Ancora Jerusalem.
Per i più attenti, sì questo incipit l’ho già usato, però non conosco altro modo di parlare di questa ricetta, di questo libro. Di raccontare come ogni volta ci torno sopra.
Di ripetere come tra i libri di cucina che ho, questo sia quello che mi ispira di più, che mette in moto la mia fantasia e la voglia di cucinare più degli altri.

La minestra di melanzane alla fiamma di Ottolenghi aspetta di essere provata da un anno. Da quando il libro mi è stato regalato. Ho visto la foto, letto gli ingredienti, studiato il procedimento fino ad impararlo a memoria, come le poesie alle scuole elementari, in attesa del suo momento. In attesa che le melanzane e i pomodori fossero buoni, che fosse la loro stagione. Perché, questo non smetterò mai di crederlo e ripeterlo, gli ingredienti fanno la differenza. La frutta e la verdura sono più buone nella stagione giusta.

Ho aspettato un anno perché la congiunzione astrale fosse quella giusta, un anno per poter fare questa ricetta. Ho aspettato un anno ed ho affidato la spesa a Chiara, la quale ha dimenticato di comprare la fregola. Ora vi immaginerete le tragedie greche, avrei potuto farle, non lo nego. Con uno slancio di buonismo ho però lasciato correre, deve avere la testa tra le nuvole, ed ho/abbiamo (perché si cucina sempre assieme qua) ripiegato sul cous cous integrale, un po’ più grosso rispetto a quello tradizionale. Cous cous che mi ero infilata nella sporta, assieme ai pomodori del babbo, nell’eventualità che la sorella non avesse trovato la fregola. Evento che si è verificato, anche se non solo non l’ha trovata, ma non l’ha nemmeno cercata.

La minestra di melanzane alla fiamma è una zuppa che può essere mangiata sia tiepida che fredda. Prevede la cottura delle melanzane in due modi, l’aggiunta del brodo e dei pomodori. Può essere considerato un primo piatto, ma se servito in mini porzioni può essere inserito all’interno di un buffet freddo o di una cena in piedi.

Marta

Immagine di pomodori, melanzane, casseruola con minestra pomodori e melanzane

Minestra di melanzane alla fiamma e cous cous


Ingredienti per 4 persone:
600g di melanzane
270g di pomodori maturi (noi fiorentini)
160 ml di brodo vegetale
80g di cous cous integrale
½ cipolla
2 spicchi d’aglio
1 cucchiaio di succo di limone
1 cucchiaino abbondante di zucchero
1 pizzico di sale
Basilico
Olio extravergine d’oliva

Fate affumicare alla fiamma circa due terzi delle melanzane per 15-20 minuti, dopodiché avvolgete la melanzana intera nella carta argentata e completate la cottura in forno per 30 minuti a 180 °C. Una volta cotta privatela della buccia e tenete da parte la polpa.
Tagliate le restanti melanzane in fette spesse, disponetele in un colino cosparse di sale, adagiatevi al di sopra un peso e lasciatele spurgare per alcuni minuti.
Scaldate abbondate olio in una casseruola su fiamma medio alta e versatevi le melanzane, tagliate precedentemente a dadini. Friggetele per 10-15 minuti mescolando spesso. Una volta cotte, scolatele dall’olio e lasciatele asciugare su un piatto ricoperto di carta assorbente.
Assicuratevi che sia rimasto dell’olio nella casseruola, abbassate la fiamma e aggiungete la cipolla tritata e il cumino. Fate appassire e poi unite i pomodori, precedentemente pelati, il brodo, l’aglio, lo zucchero, il succo di limone, un cucchiaio abbondate di sale il pepe e lasciate andare a fuoco lento per almeno 15 minuti.
A parte cuocete il cous cous, secondo i tempi e i modi riportati sulla confezione. Scolatelo e lasciatelo raffreddare.
Una volta cotto il sugo trasferite la polpa delle melanzane abbrustolite nella minestra e con l’aiuto del minipimer trasformate tutto in crema. Unite il cous cous, decorate con il basilico e le melanzane fatte a dadini e fritte e servite.

Nota: per le melanzane cuocere le alla fiamma dovete rivestire il piano cottura con la carta d’alluminio, lasciando liberi solo il fuoco. Mettete le melanzane direttamente sulla fiamma moderata, se ne avete più di una ripetete l’operazione più volte. Lasciate cuocere per una 10 di minuti e poi completate la cottura in forno.
Potete finire la cottura anche sul fornello, impiegherete una mezzora in totale, dipende dalla grandezza delle melanzane. Alla fine la polpa deve essere morbida.



You Might Also Like

0 commenti

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe