Gnocchi del pastore con pesto di carciofi

martedì, marzo 12, 2013


Durante il weekend appena trascorso, mi sono presa un po’ di libertà dai libri. Il meteo purtroppo non mi ha voluto molto bene e la pioggia mi ha praticamente bloccata in casa. Ogni volta, di fronte ad una giornata piovosa e ad un cielo grigio mi meraviglio di quanto il brutto tempo abbia la capacità di mutare il mio umore, molto più di quanto mi renda conto. Anche stavolta, ho seguito i colori che mi si aprivano fuori dalla finestra e non sono riuscita a combinare niente di buono per tutto il sabato (al contrario di Chiara, lei non si ferma mai).
Domenica mattina invece ho avuto un piacevole risveglio, di quelli lenti che piacciono a me, ma è stato affacciandomi alla finestra che il mio umore ha iniziato a risollevarsi. Timidi raggi di sole mi hanno fatto ritrovare la voglia di fare persa il giorno prima e mi hanno spinta in cucina.
Nella testa mi frullava da tempo l’abbinamento carciofi-pomodori secchi, inizialmente volevo fare della pasta fresca ripiena cercando un modi per unirli, ma alla fine ho ripiegato su degli gnocchi.
Gnocchi non di patate.
Si avete letto bene, nessuna patata, solo ricotta. Li avevo assaggiati nel ristorante di cui vi avevo parlato qui ed ero rimasta stupefatta dalla loro delicatezza e consistenza. Per quanto buoni quelli di patate non sono così morbidi e non si sciolgono in bocca come quelli di ricotta. Data la bontà della ricetta ho deciso di cimentarmi in una mia versione
La mia idea iniziale era una pasta ripiena che racchiudesse al suo interno i pomodori secchi, facendo gli gnocchi mi è bastato quindi aggiungerli nell’impasto, ottenendo così il risultato cercato. I carciofi li ho usati come condimento riducendoli in pesto e aggiungendo qualche pinolo. Le dosi del pesto sono un po’ ad occhio, noi avevamo 4 carciofi li abbiamo utilizzati tutti, ma una volta conditi gli gnocchi ne è avanzato un bel po’, quindi regolatevi in base alla grandezza dei carciofi che riuscite a reperire.


Gnocchi del pastore al pesto di carciofi

Ingredienti per 5 persone:

Per gli gnocchi

300g di ricotta
100g di farina
80g di parmigiano
5 pomodori secchi sott’olio
Sale e pepe

Per il pesto

carciofi
uno spicchio d’aglio
pinoli
olio extravergine d’oliva
sale

In una ciotola mescolate la ricotta, la farina e il parmigiano in modo da ottenere un impasto morbido. Tritate a coltello i pomodori secchi e aggiungeteli all’impasto. Su un piano di lavoro, cosparso di farina formate dei bastoncini con l’impasto preparato, dopodichè tagliateli a gnocchetti con l’aiuto di un coltello. Cuoceteli in acqua salata.

Per il pesto di carciofi: pulite i carciofi scartando le foglie esterne più dure, tagliateli in quattro e poi in pezzi più piccoli. Mettete i carciofi così tagliati in una ciotola contente dell’acqua acidulata per fare in modo che non si anneriscano. In una padella fate soffriggere uno spicchio d’aglio, dopodiché aggiungete i carciofi. Salateli e fateli cuocere a fuoco medio fino a che non saranno cotti. Una volta cotti, passateli al mixer per ottenere una crema un po' grossolana. Infine aggiungete i pinoli. Condite gli gnocchi del pastore con il pesto di carciofi. Sono buonissimi anche con un semplice sugo al pomodoro (in questo caso non aggiungete i pomodori secchi).

300g of ricotta cheese
100g of flour
80g of parmesan
5 sundried tomatoes
salt and pepper

For the sauce:

artichokes
1 clove of garlic
pine nuts
extravirgin olive oil
salt

In a bowl mix the ricotta cheese, the flour and the parmesan in order to obtain a soft dough. Chop up roughly the sun dried tomatoes and add them to the dough. Sprinkle some flour on a working surface and cut the dough in smaller pieces. Dust your hands with flour and roll each piece into a sausage shape log. Cut pieces every 2 cm using a knife, and dust with more flour if necessary. Boiled the gnocchi in salted water. When they pop back up they will be ready, drain gently and season with the artichokes sauce.

For the sauce: Squeeze a lemon in a bowl of water, you will need it to prevent artichokes from blackening one they are chopped. Clean the artichokes and remove the tough outer leaves. Cut them into slice and remove the hair inside. Place them in the bowl. Heat extravirgin olive oil in a pan with a clove of garlic, then add the artichokes, season with salt. Cook the artichokes over medium heat until soft. Remove from the heat, use a blender to obtain a pureè and at the end add the pine nuts. Season the gnocchi with the artichokes pesto.

You Might Also Like

9 commenti

  1. Il cattivo tempo ti stimola direi...Gli gnocchi devono essere davvero molto morbidi e il sughetto beh, con i carciofi non si sbaglia mai! Brava.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine basta poco per scrollarsi di dosso la pigrizia ed entrare in cucina è un buon metodo :)
      almeno per me!

      Elimina
  2. Buonissimi, la mamma li fa sempre con ricotta e farina e li adoro... Ma questi coi pomodori secchi e il condimento di carciofi devono essere proprio una goduria! Li rifaccio di sicuro
    Un baciooo

    Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E noi invece non li avevamo mai provati, l'unica cosa simile che avevamo già fatto sono gli gnudi. Sono stati una rivelazione e mi piacciono quasi di più di quelli di patate!

      Elimina
  3. Li voglio SUBITO!ORA!ADESSO! Ne ho bisogno..!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesca se non ne fai grandi quantità son anche abbastanza veloci da farsi!Per il pranzo ormai è andata ma potresti farci un pensierino per la sera!Sono buoni anche con un semplice sugo di pomodoro...

      Elimina
  4. Amo gli gnocchi ed in particolare quelli di ricotta per la loro delicatezza, ma non ho mai pensato ad aggiungerei pomodori secchi nell'impasto .D

    RispondiElimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe