Quattro quarti all'olio con cachi mela

mercoledì, ottobre 07, 2015


Domenica scorsa mi ha svegliato la pioggia, che ha destato in me la voglia di una torta morbida da accompagnare ad un tè caldo. Per la colazione di quella mattina però non ho fatto in tempo a prepararla: la pigrizia e le coperte mi hanno trattenuto nel letto e rallentato qualsiasi tipo di slancio. Il desiderio di una torta non è riuscito a sparire assieme alle nuvole e la pioggia che si sono dissolte durante il corso della giornata, così nel pomeriggio ho rimediato all’indolenza dell’inizio giornata. Ho scelto di fare un quattro quarti; un dolce semplice adatto alla colazione o al tè del pomeriggio, e di aggiungerci i cachi mela che il fruttivendolo avevano regalato ai miei genitori il giorno prima al mercato.
Ho utilizzato l’olio invece del burro per necessità alimentari della famiglia, ma se non avete nessun tipo di limitazione potete benissimo utilizzare il burro (nella stessa quantità delle uova). Il quattro quarti infatti prevede l’uso degli ingredienti uova, zucchero, farina, olio (nel mio caso) in ugual peso. Io ho messo un po’ meno olio di quello previsto, avendo il terrore che si sentisse troppo una volta cotto il dolce, ottenendo un dolce morbido che si mantiene per diversi giorni. È una torta piuttosto dolce, quindi se non siete amanti, provate a diminuire lo zucchero da utilizzare.

Vorrei soffermarmi un attimo sul cachi mela, che io non conoscevo, o meglio, pur avendone sentito parlare non avevo mai assaggiato. Nel mio orto c’è un albero di cachi ed ho sempre mangiato quelli, a differenza del cachi comune, il mela (o vaniglia) ha la polpa più soda e compatta e non necessita di essere lasciato maturare dopo la raccolta ma può essere consumato così com’è. 
Marta



Quattro quarti all'olio con cachi mela
Tempo di preparazione: 15 min             Tempo di cottura: 45 min

Ingredienti per una tortiera da 22 cm

210 g di zucchero di canna
210 g di farina 00
4 uova
190 g di olio di semi
2 cachi mela
Mezza stecca di vaniglia
Zucchero a velo

Pesate le uova prive del guscio, le mie pesavano 210 g in totale di conseguenza ho usato la stessa quantità di zucchero e farina. 
Rompete le uova e montatele assieme allo zucchero, aggiungete la farina setacciata e l’olio. Aggiungete i semi di vaniglia e mescolate bene. Foderate uno stampo a cerniera con della carta forno e versateci il composto. Sbucciate i cachi mela, tagliateli a fettine sottili e disponeteli sull’impasto. Infornate a 200° per 45-50 minuti. La torta deve risultare asciutta alla prova dello stecchino. Toglietela dal forno, aspettate qualche minuto, sformatela e spolverizzatela con lo zucchero a velo.

You Might Also Like

5 commenti

  1. Il quattro quarti lo faccio spesso, è tra le mie torte preferite e l'ho provato in varie versioni. Proprio qualche giorno fa, guardavo i cachi nella mia cesta con la voglia di farci un dolce.. il vostro cade perfetto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io spesso faccio il quattro quarti, mi piace molto come dolce da colazione, di solito però uso il burro. Stavolta ho provato a mettere l'olio e sono rimasta comunque soddisfatta. Sono felice di averti dato un'idea!

      Elimina
  2. Mi piace molto l'idea del cachi mela in una torta! Finora lo avevo sempre gustato "nature" (adoro i cachi, anche se preferisco quelli normali), ma mi intriga poterlo mettere in una torta.
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io ad essere sincera per mangiarli in versione nature preferisco quelli comuni, però per metterlo nelle torte preferisco il cachi mela, soprattutto per la consistenza che ha.

      Elimina
  3. ma dai, anche per me il cachi mela è un'assoluta novità, ma essendo ghiotta di entrambi quesdi frutti sono sicura che mi piacerà molto!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe