Nidi di spaghetti con taccole e pomodorini

giovedì, maggio 26, 2016


Domenica scorsa mentre pedalavamo nella campagna vicino casa, nonostante uno stop in pasticceria (si sa che i ciclisti hanno sempre fame) già pensavamo al pranzo e parlavamo di ricette. Descrivevo alla mia cavia preferita, ovvero il Marcus brontolone, la mia idea. I chilometri scorrevano sotto le nostre pedalate, mentre esponevo i miei programmi per un pranzo ristoratore. Partire dalla ricetta della pasta “fagiolini e pomodori” di sua mamma e adattarla a quello che avevamo in frigo: le taccole al posto dei fagiolini e una mozzarella, che necessitava di essere mangiata, ad arricchire il piatto. Il tutto messo a gratinare in forno, per far fondere la mozzarella e rendere i nidi di pasta leggermente croccanti. Lo stavo convincendo, nonostante la cucina della mamma sia sempre la cucina della mamma. Poi i piani iniziali sono cambiati, le bici hanno fatto una deviazione, nessun pranzetto per due, ma una tavolata con nonni, zii e tanti bambini. Alla cavia però non tornava poi tanto di aver dovuto rinunciare a quel piatto che ormai stava già pregustando. La voglia e la curiosità di testarla era rimasta e così appena ho potuto, abbiamo provato quello che una settimana prima avevo solo descritto a parole. Il risultato non ha deluso le aspettative, un primo piatto da riproporre anche in versione veloce, senza il passaggio in forno oppure nella versione originale con i fagiolini verdi al posto delle taccole. Si potrebbe pure osare un po’ di più, andando a sostituire la mozzarella con della ricotta salata o con della scamorza.



Nidi di spaghetti con taccole e pomodorini

Ingredienti per 4:

250g di spaghetti
300g di taccole
400g di pomodorini
qualche foglia di basilico
1 mozzarella
½ cipolla
pangrattato
sale e pepe
olio extravergine d’oliva

Pulite le taccole e glia tele a pezzetti abbastanza piccoli. Tritate la cipolla e fatela appassire in una padella con dell’olio. Unite le taccole, mescolate e salate. Aggiungete dell’acqua e fate andare mescolando di tanto in tanto fino a che le taccole non saranno abbastanza morbide. Quando le taccole saranno quasi cotte aggiungete anche i pomodorini tagliati in quarti e il basilico. Fate appassire i pomodori e aggiustate di sale. Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua salata. Scolate la pasta e condite con il sugo preparato. Ungete leggermente una pirofila e cospargetela con del pangrattato. Formate dei nidi con gli spaghetti e disponeteli nella pirofila insieme al sugo. Cospargete i nidi con il pangrattato e posizionate nel centro di ogni nido dei tocchetti di mozzarella. Ponete in forno a 180 °C per pochi minuti, fino a che la mozzarella non  si sarà sciolta e la pasta leggermente gratinata. Servite calda.

Se siete curiosi di scoprire le ricette che non approdano su queste pagine, ciò che accade dietro le quinte e molto altro seguiteci 
QUI!

Se non volete perdere gli aggiornamenti del blog iscrivetevi 

QUI!


You Might Also Like

0 commenti

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe