Cacciucco di ceci

giovedì, febbraio 02, 2017

Cacciucco di ceci ricetta

Cacciucco, di ceci.
Se leggendo la prima parola avete pensato che la foto avesse poco a che fare con il cacciucco sedetevi e leggete con calma, non esiste infatti solo il cacciucco livornese. Sempre toscana, la ricetta in questione, ma meno famosa. Il nome non deve stupire, se è vero come accreditato dai più che la parola “cacciucco” derivi dal turco “küçüklü”, che significa “mischiato con oggetti più piccoli”, questa zuppa non potrebbe avere un nome diverso.
In casa nostra è stata una novità, lo conoscevamo ma, a differenza di quello famoso, questo non era mai stato cucinato. Qual è la stagione adatta per le zuppe se non questa?
Trovare qualcosa di caldo in tavola al rientro da giorni sbagliati, infiniti e densi di lavoro, è un toccasana. In questo periodo spesso sono fuori da casa tutto il giorno, esco presto e torno tardi, tempo per cucinare non ce n’è. C’è il fine settimana, e le cure immancabili di mia mamma, che mai come in questi ultimi due mesi è stata tanto attenta alle mie necessità. Questa ricetta appartiene più a lei che a me, si è occupata della bietola, dei ceci ed ha iniziato la cottura. Il mio compito è stato solo quello di finirla, ovvero guardare questo cacciucco sobbollire piano piano, e fotografarla.
Dovete sapere che Chiara ed io non abbiamo un vero archivio, solitamente le cose che cuciniamo finiscono online nell’arco di una settimana, se non fosse già stato usato direi “cotto e postato”. Nessuna bozza sosta mesi prima di essere pubblicata. Questa ricetta invece ha stazionato nella memoria esterna del mio pc per più di qualche settimana. Il dubbio era dovuto al fatto che le mani che avevano cucinato questo piatto non fossero nostre, mamma ci ha lavorato più di me, però ci sembrava un peccato non raccontare questa ricetta e questa storia. Tra l’altro quale mese migliore se non Febbraio per spargere un po’ di amore, pure se materno?
                                            
Nella scelta degli ingredienti la nostra attenzione è ricaduta su una qualità di ceci neri che avevamo in casa. Voi potete usare la qualità che preferite, vi consiglio comunque di scegliere una varietà di piccole dimensioni.

Cacciucco di ceci ricetta toscana

Cacciucco di ceci

Ingredienti per 4 persone:

300 g di ceci
200 g di bietole
un’acciuga sotto sale
salsa di pomodoro
una cipolla rossa
uno spicchio d’aglio
olio extra vergine d’oliva
sale e pepe

Mettete i ceci a bagno la sera prima, in abbondante acqua fredda.
Il giorno stesso mondate le bietole, lavatele e lessatele in poca acqua. In un tegame dal fondo spesso versate l’olio e fate soffriggere la cipolla tritata, l’aglio intero e l’acciuga dissalata e diliscata. Dopodiché unite i ceci scolati dall’acqua, un cucchiaio di salsa di pomodoro e coprite tutto con l’acqua. Salate e pepate.
Coprite e lasciate cuocere a fuoco basso. Unite le bietole a metà cottura e continuate a cuocere fin quando i ceci non saranno cotti (in tutto almeno tre ore). Servite ben caldo con del pane caldo e una spolverata di pecorino grattugiato.


Se siete curiosi di scoprire le ricette che non approdano su queste pagine, ciò che accade dietro le quinte e molto altro seguiteci 

QUI!

Se non volete perdere gli aggiornamenti del blog iscrivetevi 
QUI!


You Might Also Like

2 commenti

  1. Che zuppa gustosa! Con un po' di tempo a disposizione, potrei provare a farla anche io!
    buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Serve tempo, donna praticità, ovvero mia mamma dopo averla fatta in questa occasione l'ha rifatta anche nella pentola a pressione ed ha tenuto a specificare, parole sue, che "è buona anche se la fai con la pentola a pressione, in più serve un po' meno tempo". In ogni caso serve tempo, però una possibilità se la merita ;)

      Elimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe