Orange meringue pie

giovedì, febbraio 23, 2017

Foto della torta orange meringue pie

Se ti avanzano degli albumi, che fai non prepari una orange meringue pie?
L’idea di questa ricetta mi è venuta ricordando questo vecchio post di Alessandra. Lei  rifacendosi alla tradizione usava il lemon curd, io ho optato per un orange curd. Idea maturata dalla mancanza di limoni in casa contro una grande quantità di arance presenti all’appello. La scusa come accennavo era il dover smaltire degli albumi che erano rimasti orfani del tuorlo, la verità era che avevo bisogno di staccare. Tu cosa fai quando hai bisogno di staccare?
Io impasto.
Che sia una torta, piuttosto che un lievitato, cucino qualcosa per me, che mi faccia scollegare dal mondo per un po’. Uno dei motivi perché questo blog continua ad esistere è proprio questo: il bisogno di ritrovarsi in cucina a chiacchierare mettendo le mani in pasta. Negli ultimi tempi, sono spesso fuori casa, ceno un po’ più tardi del solito e crollo sul divano. Arrivo al fine settimana stanca, ma questo non mi esime dal dedicarmi alle ricette per il blog insieme a Chiara. E’ la mia ora d’aria, dove ci sono solo cose che si combinano insieme per dare forma a qualcos’altro. Fa molto julie&julia (almeno il film, il libro mi manca), con la fortuna di condividerlo con la sorella grande.

A questo giro però ho preparato l’orange meringue pie da sola, con mio grande sgomento, devo ammettere che mi sono mancate un paio di mani in più per realizzare la ricetta, la parte della meringa soprattutto. Non so voi, ma non avendo la planetaria, montare gli albumi con le fruste, tendendo la ciotola inclinata per evitare di trovare meringa sparsa per tutta la cucina e versare lo sciroppo a filo si è dimostrato un po’ complicato. Il risultato finale è quello nella fotografia e non posso lamentarmi.


Foto di alcuni step della preparazione della torta orange meringue pie


Orange meringue pie


Ingredienti per uno stampo da 20 cm:

Per la frolla
150 g di farina 00
50 g di farina integrale
2 uova
100 g di burro
85 g di zucchero

Per l’orange curd
2 arance
80 g di zucchero
50 g di burro
1 uovo
1 tuorlo
1 cucchiaio di maezena
4 g di colla di pesce

Per la meringa
125 g di albumi (circa 3 uova medie)
175 zucchero semolato
25 g zucchero a velo
50 ml di acqua

Preparate la frolla seguendo il procedimento qua descritto. Dopo averla fatta riposare in frigo per almeno 2 ore, meglio tutta la notte, stendetelo in uno stampo ricoperto di carta forno e fate cuocere in bianco a 175° per circa 20 minuti. Dopo aver sfornato lasciate raffreddare.
Per il curd, mettete in ammollo la gelatina. Spremete le arance e filtratene il succo. In una casseruola sbattete l’uovo e il tuorlo con lo zucchero, unite il succo di arancia a mettetelo sul fuoco assieme al burro. Scaldate a fiamma bassa mescolando di continuo. Sciogliete la maezena con un paio di cucchiai di orange curd e unitelo a tutto il composto quando questo avrà preso un po’ di consistenza. Unite la gelatina ben strizzata, dopodiché spengete la fiamma e lasciate raffreddare. Una volta tiepido riempite il guscio di pasta frolla.
Per la meringa preparate lo sciroppo di acqua e zucchero, facendolo sciogliere in una casseruola dal fondo spesso lo zucchero con l’acqua a fiamma media. Portatelo a 121°C.
Nel momento in cui lo sciroppo inizia a bollire, montate gli albumi con lo zucchero a velo, fino ad ottenere un composto sodo. Versate poi lo sciroppo caldo a filo, poco per volte, continuando a montare. Una volta incorporato tutto lo sciroppo continuate a montare fino al completo raffreddamento.
Riempite la sac-à-poche a bocchette zigrinata con la meringa e iniziate a ricoprire la torta con ciuffi di meringa. Fiammeggiate poi la meringa con un cannello, in modo che le punte sia brunite.

You Might Also Like

4 commenti

  1. Direi che non ti puoi proprio lamentare del risultato anche se a 4 mani si lavora meglio immagino ( io invece devo arrangiarmi sempre da sola ma almeno ho la planetaria!). La torta è davvero molto bella anche se credo di continuare a preferire la versione al limone, che lo preferisco all'arancia. E comunque l'importante è continuare a impastare, che è sempre un ottimo antistress! Ciao a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mi sono innamorata dell'orange curd, avevo provato a farlo anni e fa e il risultato non mi aveva conquistata, a questo giro altra ricetta ed è stato amore. Se però non sei una fan dell'arancia posso capire che non faccia al caso tuo, comunque come dici te l'importante è continuare a impastare, a presto

      Elimina
  2. Ciao ragazze, bella e buona questa pie. Ho assaggiato quella con la crema solo limone. Io provai tempo fa a "toscanizzarla" facendo una frolla con farina di neccio e usando al posto della crema d'arance della crema di marroni. Il tutto poi ricoperto ovviamente di meringa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca, interessante toscanizzazione, andrebbe provata. A noi piaceva mantenere il contrasto acidulo rispetto alla dolcezza della meringa.
      A presto

      Elimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe