15 minuti in cucina: Crostoni con ricotta, cachi e 'nduja

giovedì, novembre 02, 2017

Foto con i crostoni con la ricotta i cachi e 'nduja

Crostoni con ricotta, cachi e ‘nduja.
Per la sera in cui non hai voglia di cucinare, per il giorno in cui hai fretta, per la volta in cui ti si presenta a casa un amico all’improvviso, tu prepara un crostone. Se è autunno questo crostone. Se questo racconto fosse uno spot, questo piatto dovrei raccontarvelo così.
Invece la storia è ben diversa, e per la verità ne racconterò più di una.

La storia dell’abbinamento.
L'idea di utilizzare i cachi in un piatto salato l'ho trovata sul libro di Bonci, "Il gioco dellapizza", che mi è stato regalato per il compleanno assieme ad una cena e ad una sfida  tema “pizza”. Ve lo avevodetto che avevo fatto incetta di libri di cucina e cene, o no?
Bonci ci condiva la sua incredibile pizza. I cachi, o pomi come vengono chiamati nelle nostre zone, sono frutti dolciastri la cui polpa ha una consistenza vischiosa. In questi crostoni il gusto dolce del frutto ha il potere di stemperare il sapore piccante e deciso dell'nduja.

La storia dei cachi.
Se penso a questo frutto autunnale, la memoria mi riporta ai due alberi posti all'ingresso di quella che è stata la mia scuola elementare. Ricordo come ogni anno si caricavano di frutti, che poi venivano divisi tra noi alunni. Oltre agli alberi della scuola c'erano poi i frutti dell’albero della “terra in collina”, che mia nonna ogni anno voleva andare a cogliere, pur sapendo che le avrebbero fatto male.
Santa Wikipedia invece mi ha raccontato un'altra storia riguardo questo frutto, la cui pianta è una delle più antiche coltivata dall’uomo. L’albero dei cachi proviene dal lontano oriente ed è definito dai cinesi come "l'albero delle sette virtù" perché: vive a lungo, è molto ombroso, permette la nidificazione, non viene attaccato da parassiti, ha foglie decorative, il legno è molto buono per essere bruciato e la caduta delle foglie fornisce ricche sostanze concitati. Oggi il kaki viene anche chiamato "albero della pace" perché alcune piante resistettero al bombardamento atomico di Nagasaki. Tutte cose che non conoscevo.

La storia dell’nduja.

L'nduja è invece un insaccato morbido, tipico calabrese, fatto con gli scarti e gli avanzi del maiale insaporiti con abbondante peperoncino calabrese. In casa della cucina spontanea è stato portato per la prima volta dal babbo, che ne è divenuto un amante, tanto da utilizzare l’nduja come salsa per condire la pasta.

Marta

Crostone con ricotta, 'nduja e cachi

Crostoni con ricotta, cachi e ‘nduja

Ingredienti per 4 pezzi:

4 fette di pane toscano
6 cucchiai di ricotta vaccina
1 cachi
‘nduja, una noce
Sale
Pepe

Disponete le fette di pane su una griglia ed infornatele per qualche minuto a 220°.
Sfornatele, distribuitevi la ricotta, salate e pepate. Unite poi la polpa del cachi e completate con piccoli pezzetti di ‘nduja. Servite. 

You Might Also Like

0 commenti

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe