Torta di mele, polenta e mandorle

mercoledì, febbraio 20, 2019

Immagine contenente fetta di torta di mele


Non si è mai stufi di una torta di mele. La sorella, non amante di questo genere di torte, avrebbe di sicuro da ridire per questa osservazione, ma dal mio punto di vista non esiste niente di più rassicurante e duraturo di una torta di mele. Spesso si tratta di torte semplici che profumano di mela, spezie e zucchero. Torte confortanti e casalinghe da gustare per merenda o per colazione insieme ad una tazza di tè.  

Prendendo ispirazione da Loredana e le sue torte di mele, sono tornata anche io a carta e penna ed ho iniziato ad appuntarmi su di un piccolo quaderno le torte provate finora. Sul blog ci sono già diverse versioni, mentre sul quaderno ne ho già trascritte 7 con tanto di voto e note a margine. La torta di Sigrid, tratta dal suo libro “Diario italiano” è la numero 8. Sarà stata la farina di mais nell’impasto o il profumo della scorza di limone abbinata alle mandorle ma stavolta anche la sorella si è ricreduta ed ha fatto pure il bis.
Chiara


Torta di mele, polenta e mandorle

Ingredienti per uno stampo da 24cm:
75g farina di mais
75g farina 00
100g mandorle
un pizzico di sale
1 cucchiaio di lievito in polvere per dolci
2 uova
150 g zucchero semolato + 1 cucchiaio
200 ml di latte
40g burro
1 limone non trattato
zucchero a velo

Tritate le mandorle fino ad ottenere una polvere e mescolate assieme le tre farine ed il sale. Separate le uova, sbattete i tuorli con lo zucchero, in seguito unite alternandoli le farine ed il latte, continuando a sbattere. Aggiungere metà del burro fuso e la scorza di limone grattugiata. Unite il lievito e per ultimo incorporate delicatamente gli albumi montati a neve. Versate il composto in una teglia rivestita di carta forno. 
Disponete sulla superficie le mele sbucciate e tagliate a fettine sottili, premendo un po' nell'impasto. Distribuite sulla superficie un cucchiaio di zucchero e il burro rimasto a fiocchetti. Infornate a 180° per circa 40-50 minuti. Sfornate, lasciate intiepidire e spolverizzate con lo zucchero a velo

You Might Also Like

0 commenti

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe