Carrot cake

mercoledì, ottobre 23, 2019

Immagine con due fette di carrot cake


La voglia della carrot cake mi insegue dallo scorso agosto. Da quando accendere il forno era un mezzo reato. Complice l'Islanda ed i paesaggi freddi dove ho trascorso le vacanze. Al momento di tornare a casa, dentro il bagaglio ho richiuso assieme ai vestisti sporchi, la voglia di torta alle carote.

Ho atteso che gli alberi si vestissero di rosso, marrone e giallo e che il cielo si dipingesse di grigio nei pomeriggi incerti. Che arrivasse quel momento in cui, passare la domenica significasse sorseggiare un tè caldo sbocconcellando una fetta di torta. Ho atteso trepidante che fosse il momento per rifare la torta di carote e quel momento è oggi.

La nostalgia è una cosa potente
La carrot cake mi ha seguita lungo la ring road islandese, nei pochi caffè che abbiamo incontrato lungo la strada, questa torta non mancava mai. Ogni volta altissima, farcita e morbida già alla vista faceva bella mostra di se in vetrina.
Un morso di carrot cake e mi trovo in un piccolo caffè vista mare sul porto di Húsavík, ristoro in una fredda giornata fatta dell'attesa del ritorno di chi, sprezzante dei pericoli, era andato a vedere le balene. Se collocassi l'origine di questa torta secondo la geografia dei miei ricordi la posizionerei in Islanda, ma commetterei un errore. Questo dolce, pur avendo una paternità controversa, non ha la sua origine in quella fredda terra vulcanica bensì in terra d'Albione (o almeno così pare).

La carrot cake infatti è un tipico dolce inglese a base di carote, noci e spezie che non ha nessun legame con l'Islanda. E’ una torta dalla consistenza molto morbida, il cui impasto resta umido anche dopo la cottura. Un dolce zuccherino da gusto però pungente dato dalle spezie presenti nell’impasto. Si prepara facilmente ed è di riuscita sicura.

Marta


Cose da sapere
Gli utensili. Se avete un buon tritatutto meglio per voi. Potete grattugiare a mano le carote, con la parte a fori larghi, io l'ho fatto più di una volta per fare questa torta qua, ma con un tritatutto impiegherete molto meno tempo.

Le spezie. Noi abbiamo utilizzato un mix di spezie, regalo del fratello da uno dei suoi viaggi a Londra. Nella versione sotto trovate la cannella, se lo avete io metterei anche una punta di macis.

La cream cheese. Non cadete nel tranello cream cheese= formaggio spalmabile, non è così semplice. La cream cheese è una cosa diversa, non sempre si trova nella comune grande distribuzione. Noi abbiamo ricercato quel sapore mescolando formaggio spalmabile, burro e zucchero a velo.

Carrot cake

Ingredienti per uno stampo da 24 cm:
500 g carote grattugiate
300 ml olio di semi
300 g zucchero
5 uova
400 g farina 00
150 g noci sgusciate
2 e ½ cucchiaini di cannella
½ cucchiaino di sale
½ bicarbonato
1 bustina di lievito (17 g)
Per la farcitura
250 g formaggio spalmabile (noi philadelphia)
50 g burro
50 g zucchero a velo

Grattugiate le carote, preventivamente pelate e pulite. A parte tritate finemente le noci.
In una ciotola capiente sbatte energicamente le uova assieme allo zucchero fino a quando non saranno spumose. Unite la farina, la cannella ed il sale. Mescolate il composto, in modo che la parte liquida assorba tutta la farina. Inserite le carote e le noci continuando a mescolare. Unite l’olio e mischiate fino ad ottenere un composto omogeneo.
Inserite il bicarbonato e il lievito e amalgamate di nuovo.
Rivestite una tortiera da 24 cm con la carta forno e versatevi l’impasto. Infornate a 180°, in forno già caldo, e cuocete per 40 minuti (iniziando a controllare l’impasto dopo i primi venti minuti con la prova dello stecchino).
Una volta cotto, sfornate e lasciate raffreddare.

Preparate la crema, mischiando: il formaggio spalmabile, il burro ammorbidito e lo zucchero a velo.
Dividete a metà la torta, in modo da ottenere due dischi, farcite con metà della crema preparata. Chiudete sovrapponendo i dischi e distribuite sopra la torta la restante crema.

You Might Also Like

0 commenti

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe