I colori della primavera

martedì, maggio 15, 2012


All’esame di quinta elementare portai una poesia sulla primavera. Non chiedetemi di chi fosse o come s’intitolasse perché non me lo ricordo assolutamente, però mi ricordo molto bene il motivo per cui la scelsi: parlava della mia stagione preferita. Fin da piccola mi  piaceva osservare il risveglio della natura, i boccioli che si schiudevano, i fiori bianchi orlati di rosa che riempivano gli alberi dietro casa. Le giornate che si allungavano e ti permettevano di andar fuori a giocare dopo aver fatto i compiti. Nell’aria di maggio già si percepiva l’attesa per la fine della scuola, la spensieratezza e la pigrizia che ti accompagnano nei pomeriggi d’estate. Quando poi si diventa grandi e le giornate non sono più scandite dal calendario scolastico questo senso di trepidante attesa si perde, ma il fascino che esercita la primavera rimane. In questo periodo il verde brillante dei prati, le mille sfumature del rosa e l’azzurro del cielo irrompono nel grigiore dell’inverno. Questa ricetta che vi proponiamo è proprio ispirata ai colori della primavera: il verde dell’asparago che in questi mesi la fa da padrone e il rosa dei gamberetti, si sposano in un antipasto ricco e gustoso. Anche se questa primavera si è fatta un po’ desiderare, noi la vogliamo festeggiare così!



Gallette agli asparagi con spuma di gamberetti

Ingredienti

250g di asparagi
100g di farina 00
30g di farina di riso
1 cucchiaino e mezzo di lievito
1 pizzico di sale
1 uovo
240ml di latte
28g di burro
200g di gamberetti già sgusciati
Brandy
1 scalogno
100ml di panna

Lessate gli asparagi tagliati a tocchetti, dopodiché frullateli fino ad ottenere un composto liscio (eventualmente eliminate le parti fibrose che non riuscite a ridurre in poltiglia). Lasciate da parte qualche punta per decorare le gallette.
In una ciotola mescolate le due farine, il lievito e il sale. Separatamente mescolate i liquidi: l’uovo, il burro fuso e il latte. Fate una piccola fontana nel centro della farina e disponeteci gli ingredienti liquidi. Mescolate il tutto, fino ad ottenere un composto omogeneo. Infine aggiungete la purea di asparagi.
Scaldate una padella antiaderente leggermente unta con dell’olio, fatevi cadere delle cucchiaiate di composto e appena si formano dei buchini sulla superficie della galletta, giratela. Una volta cotte, toglietele dalla padella e disponetele in un piatto.
Lessate i gamberetti già sgusciati e passateli in una padella dove avete precedentemente lasciato appassire lo scalogno. Sfumate con un goccio di brandy e terminate la cottura.
Una volta cotti, frullate i gamberetti e uniteli alla panna montata. Mescolate delicatamente fino ad ottenere una spuma omogenea.
Per la composizione: formate delle torrette alternando le gallette alla spuma di gamberetti. Terminate con un po’ di spuma di gamberetti e delle punte di asparagi. 


 Con questo post partecipiamo al contest di ...Ticucino così...I colori della primavera







You Might Also Like

4 commenti

  1. ma che figata!!!!!!!!!!!
    mi piace moltissimo questa ricetta, la spuma dei gamberetti è da 10 e lode!!!!
    faccio il tifo per voi ragazze!!!!

    RispondiElimina
  2. guarda bellissima idea di finger food, molto di stagione e stuzzicante l'idea di questa galletta.mi piace.grazie di aver partecipato con questa interessante proposta!

    RispondiElimina
  3. Questa ricetta sfiziosissima sa davvero di primavera :)
    Sarebbero perfette per un aperitivo in giardino con gli amici (ad avercelo un giardino XD)

    Giada

    http://sorbettoalimone.blogspot.it/

    RispondiElimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe