Pesto di rucola e anacardi

giovedì, settembre 26, 2013


Ogni tanto, mentre trascrivo una ricetta, mi soffermo ad immaginare le mie preparazioni cucinate da altre mani, in cucine diverse dalla mia, magari leggermente modificate e riadattate rispetto all'originale. Alcune volte la mia immaginazione viene affiancata da prove tangibili che le ricette non rimangono confinate tra queste pagine virtuali, ma passano di mano in mano, vengono modificate per incontrare nuovi gusti e vanno a rallegrare altre mense. Foto dei nostri piatti scattate da mani altrui, messaggi di approvazione e le nostre ricette rinominate mi rendono felice. Stavolta però mi affido all’immaginazione. Immagino un ragazzo alle prese con una cenetta dell'ultimo minuto, la voglia di far bella figura, la cucina sottosopra. Non gli resta che recuperare il suo utensile preferito: il mixer. Lava la rucola, strappa un bel po' di foglioline dal vaso di basilico e si mette alla ricerca di frutta secca nella dispensa. Pochi minuti dopo è già tutto nel bicchiere del mixer, ridotto in una morbida crema, aromatica e amarognola con cui condire la pasta. Cena pronta, bella figura assicurata.
La mia immaginazione ha lavorato, adesso non mi resta che aspettare le prove tangibili.

Pesto di rucola e anacardi

Ingredienti per 4 persone: 

50g di rucola
50g di anacardi
40g di pecorino
un mazzetto di basilico
olio extravergine d’oliva
sale

Lavate la rucola e il basilico. Tagliate il formaggio a pezzetti e posizionate tutti gli ingredienti nel mixer. Frullate aggiungendo l’olio a filo, fino ad ottenere un pesto. Aggiustate di sale. Cuocete la pasta in acqua salata, scolatela lasciando da parte un po’ d’acqua di cottura. Aggiungete il pesto di rucola, risaltate velocemente e servite.

You Might Also Like

10 commenti

  1. Beh un ragazzo volenteroso che ha trovato il cinese chiuso e ha la macchina, per andare in pizzeria, in panne...allora aguzza l'ingegno apre il pc, si collega al vostro bel blog e sul filo di lama riesce a far colpo sulla ragazza. ...pfiuuuuuuuu. Io però la vedo diversamente: una mamma stanca che la sera non ha nè voglia nè tempo di pensare alla cena e questo bel pestino le viene incontro come una manna...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi quanto può lavorare l'immaginazione?!Tra l'altro sei anche molto più brava di me a far lavorare la fantasia.Ricetta versatile: per mamme stanche, persone di fretta o alle prime armi in cucina!

      Elimina
  2. Quel ragazzo potrebbe essere mio marito... ;)
    Di solito il pesto di rucola per la pasta lo addolcisco con un patata, mai valutata l'opzione frutta secca! Da provare :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella della patata è una grande idea, devo assolutamente provare!un abbraccio

      Elimina
  3. E questa sarà presto anche tra le mie mani :) Deliziosa, mi piace un sacco!

    RispondiElimina
  4. Se era un modo di far venire voglia di prepararla aprendo la dispensa e vedendo cosa c'è, be', ci sei riuscita.

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti l'intento era proprio quello, altrimenti cosa ci stiamo a fare qui?!

      Elimina
  5. io non ho mai visualizzato nessuno che prepara le mie ricette ma penso spesso se mai qualcune le proverà, chissà!! devo ancora provare un pesto con la rucola, si presenta benissimo con un gran bel colore!!!! un bacio

    RispondiElimina
  6. Bella l'immagine della migrazione di ricette e il pensiero di chi le adotterà!!!mi piace il tuo pesto che per altro è uno dei miei condimenti preferiti, trovo ognuna delle sue possibili varianti adorabile!A presto!

    RispondiElimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe