Crostoni invernali

martedì, febbraio 23, 2016


Ogni tanto mi chiedo dove vadano a finire le nostre parole. In questo grande calderone di ricette, video, articoli a tema, mi chiedo quale sia il reale contributo apportato da tutti questi contenuti che ogni giorno affollano il web, per poi soffermarmi sul mio in particolare. Ho l’impressione che tutto questo si perda e che scorra via senza lasciare una traccia. La riflessione poi prosegue con una domanda che segue il filo logico delle premesse: “ma allora che ci faccio qui?”. Se non riusciamo a lasciare un segno, mi chiedo cosa dovrebbe spingerci a tenere in piedi tutto questo. Francesca e la foto dei suoi 300 biscotti natalizi tutti made in “la cucina spontanea” rappresenta uno di questi motivi. Incuriosire il lettore tanto da spingerlo a buttar giù una lista della spesa, accendere i fornelli e seguire le nostre istruzioni penso sia l’obbiettivo finale di tanti blogger, o perlomeno il mio. Così le nostre parole non scompaiono ma si trasformano in qualcosa di concreto e reale. Un altro risvolto piacevole che ci fa continuare a percorrere questa strada è la possibilità che il blog ci ha dato in tutti questi anni di conoscere delle persone e creare dei legami non solo virtuali. Penso al raduno del gruppo dell’MTChallenge ed i pranzi con Enrica e Ambra.
Così anche se già si inizia ad intravedere ricette con verdure primaverili, noi oggi vi lasciamo con questi crostoni di cavolo nero, preparati proprio in occasione di un pranzo con Enrica ed Ambra, con la speranza di vederli presto cucinati da voi. Da buone cialtrone quali siamo avevamo perso le dosi (che poi in realtà neanche servirebbero) ricomparse poi in un foglietto spiegazzato nascosto tra le pagina di un libro. 



Crostoni di cavolo nero e cannellini

Ingredienti per 6 persone:

330g fagioli cannellini
390d cavolo nero
1 rametto di rosmarino
2 spicchi d’aglio
Pane
sale e pepe
olio extravergine d’oliva

Lasciate i fagioli in ammollo per una notte. Trascorso questo tempo, scolateli e cuoceteli in una pentola contenente abbondante acqua, una piccola cipolla,un rametto di rosmarino sale e pepe in grani. Una volta cotti scolateli e fateli intiepidire. In una padella fate soffriggere uno spicchio d’aglio con poco olio, aggiungete i fagioli e mescolate. Aggiustate di sale e pepe se necessario. Fate intiepidire. Nel frattempo lavate il cavolo nero eliminando le parti più dure e tagliatelo a strisce. In una padella fate soffriggere uno spicchio d’aglio con un po’ olio, in seguito unite il cavolo nero. Mescolate, sfumate con del vino e salate. Abbassate la fiamma e portate il cavolo nero a cottura aggiungendo dell’acqua di tanto in tanto. Frullate i fagioli in modo da ottenere una crema. Spalmate la crema di cannellini su delle fette di pane leggermente tostate e al di sopra disponete il cavolo nero. Terminate con una spolverata di pepe e con un giro d’olio.


Se siete curiosi di scoprire le ricette che non approdano su queste pagine, ciò che accade dietro le quinte e molto altro seguiteci qui!

Se non volete perdere gli aggiornamenti del blog iscrivetevi qui

You Might Also Like

4 commenti

  1. Questi saranno subito subito preparati per il prossimo convengo del CircoloVizioso: gli amicidisempre gradiranno immensamente e vorranno la ricetta, te lo garantisco! ;)

    RispondiElimina
  2. Bella idea per usare ancora il cavolo nero (ometterò i fagioli non potendoli mangiare!!! Buona giornata

    RispondiElimina
  3. Dove finiscono le vostre parole? Sul mio quaderno delle ricette, dentro file sparsi nel pc,in barattoli di vetro per Natale, sull'"alzatina" appena comprata e rinnovata per il pranzo della domenica..nelle pance e nei cuori di tutti quelli a cui propongo incessantemente le vostre ricette

    RispondiElimina
  4. bella penna, bella idea della cucina...sono da un'ora a setacciare il vostro blog. complimenti!

    RispondiElimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe