Resoconto di una gara

martedì, aprile 03, 2012


Bollettino da una gara: riportando ferite di guerra (una piccola scottatura, ma c’è a chi è andata peggio) l’aspirante cuoca torna sconfitta dalla gara ufficiale, ma non da quella ufficiosa. Si, ce lo fatta ho vinto la mia personalissima sfida nella sfida: creare un buon dessert, con ciò che avevo scelto.
Domenica pomeriggio, allo scattare del timer, la cucina del borgo allegro si è riempita di tensione e divertimento, mani veloci intente a stendere la pasta e pentole fumanti, profumi di spezie e di creme.
Battiti di mani e scatti fotografici hanno accompagnato l’uscita di ciascun piatto poggiato da mani trepidanti sul tavolo dei giudici.
I tre cuochi del Borgo Allegro e Stefano Pinciaroli del ristorante PS di Cerreto Guidi hanno distribuito forchettine in base all’originalità, l’armonia, il gusto e la presentazione dei piatti preparati dai concorrenti.
I tortini di crema di porro con mousse di salsiccia all’arancia hanno trionfato su tutti gli altri antipasti, mentre un trancio di tonno ricoperto di croccante pistacchio accompagnato da una maionese leggera ha lasciato i nostri chef senza parole. Dei delicati ravioli ai carciofi hanno stupito così come il temerario abbinamento pere-caprino-zenzero, utilizzato per creare un sofisticato dessert. Questi quattro piatti vincitori verranno poi riproposti all’interno di una serata organizzata dal ristorante e aperta a tutti.
Alla nostra aspirante cuoca, oltre agli ingredienti per preparare il dolce avrebbero dovuto fornire anche una bella tazzona di camomilla da sorseggiare in attesa del proprio turno a mo di aperitivo, per fronteggiare l’agitazione crescente. “In cucina è necessaria la calma”, ecco io questa calma la devo ancora trovare.
Nonostante tutto ho confezionato un dolce al cucchiaio niente male, riuscendo a utilizzare tutti gli ingredienti a disposizione e a bilanciare in maniera ottimale la loro spiccata nota acida. Attenzione, purtroppo la dose della pasta frolla così come quella dei frutti di bosco è un po’ approssimativa.





Bicchieri con frutti di bosco, mascarpone e croccantino
Ingredienti per 4-5 bicchieri
pasta frolla (circa 170g)
250g di mascarpone
125g di yogurt
100g di zucchero
15ml di acqua
25g di mandorle tritate
frutti rossi assortiti a vostro piacimento
polvere di limone (ottenuta con la scorza due limoni)


Con la pasta frolla preparate dei biscottini alla mandorle tritate con i quali accompagnerete i vostri bicchierini e un disco sottile che dopo la cottura sbriciolerete e disporrete sul fondo dei bicchieri.
Lavate i frutti di bosco, disponeteli in una ciotola, aggiungete un paio di cucchiai di zucchero e lasciate riposare un po’. Scegliete quelli che più vi piacciono (lamponi, more, mirtilli), se le avete a disposizione potete aggiungere anche delle fragole. Solitamente i frutti di bosco vengono venduti in vaschette abbastanza piccole, prendetene 1 per tipo e poi mixateli a piacere in base al vostro gusto.
Per la polvere di limone fate essiccare in forno (a temperatura bassissima) o nel microonde le scorze prelevate dai limoni. Una volta secche utilizzate il mixer per ridurle ad una polvere piuttosto fine.
Con 50g di zucchero e l’acqua preparate un caramello biondo. Quando questo sarà pronto, aggiungete le mandorle tritate, mescolate il tutto con un cucchiaio di legno e stendete su di un foglio di carta da forno. Fate freddare dopodiché frantumate il croccante grossolanamente con un batticarne o con l’aiuto di un mixer. In una padella disponete i frutti di bosco e lo sciroppo che hanno prodotto e fate appassire a fuoco basso, fino ad ottenere una composta. Lasciate da parte un po’ di frutti per la decorazione.  Per la preparazione della composta vi consiglio di non utilizzare i mirtilli che sono leggermente più acidi rispetto agli altri frutti.
Mescolate lo yogurt con il mascarpone e lo zucchero rimasto fino ad ottenere una crema liscia e compatta. Aggiungete alla crema il croccantino e 2-3 cucchiai di polvere di limone.
Sul fondo dei bicchierini disponete uno strato di pasta frolla sbriciolata, uno strato di composta e infine la crema. Decorate con i frutti di bosco rimasti, un po’ di polvere di limone e il biscotto alle mandorle.

You Might Also Like

3 commenti

  1. carino il tuo blog, ti ho scoperta per caso e mi sono unita ai tuoi sostenitori, ciao SILVIA

    RispondiElimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe