Butternut squash speziata

mercoledì, ottobre 03, 2012


Il mio fine settimana italiano è ormai terminato. Mentre Londra era invasa da foodblogger accorse per il Food Blog Connect io ho trascorso 4 giorni a casa per festeggiare 2 novelli sposi. Quatro giorni in cui il cibo (ma che lo dico  a fare!) l’ha fatta da padrone. Cibo mangiato ma anche cucinato. Si, perché in questi mesi londinesi, non dico di essermi adeguata alle loro abitudini (questo non succederà mai!), ma ho drasticamente ridotto il tempo trascorso tra i fornelli. Un po’ perché condividendo la cucina con altre persone non posso farla diventare il mio “quartier generale” dove trascorrere ore ad impastare, imbrattare e infornare, un po’ perché gli utensili a mia disposizione sono veramente limitati. Inoltre, penso che il cibo sia un piacere da condividere e mi piace cucinare più per gli altri che per me stessa. Proprio per questo motivo appena arrivata a casa ho tirato fuori la butternut squash che  avevo in valigia per farla assaggiare ai miei familiari. Questo tipo di zucca dalle mie parti non sono mai riuscita a trovarla e l’ho assaggiata per la prima volta proprio a Londra. Differisce dalle altre varietà soprattutto per la consistenza: non è filamentosa e dopo la cottura rimane più compatta delle altre. Per questo la trovo perfetta per farla stufata. Prendendo spunto da quella che ho mangiato da Ottolenghi, ho ottenuto la ricetta che vi propongo. Ho utilizzato diversi tipi di spezie, senza però eccedere nella quantità: il risultato è una zucca leggermente speziata, quindi se vi piacciono i sapori più decisi vi consiglio di aumentare le dosi.

PS: Ho conservato anche i semi, così la prossima volta non la dovrò nascondere in valigia, ma basterà fare una giratina nell'orto!

Butternut squash speziata
Ingredienti:
500g di butternut squash
½ cipolla
½ cucchiaino di semi di coriandolo
1 cucchiaino di curcuma
1 cucchiaino di semi di sesamo
1 cucchiaino raso di cannella
3 semi di cardamomo
1 peperoncino rosso piccolo
brodo vegetale
una noce di burro
sale, olio

Tagliate la cipolla a rondelle sottili e fatela appassire in una padella con dell’olio e un noce di burro, dopodiché aggiungete la zucca tagliata a tocchetti e fate cuocere a fuoco medio per 10-15 minuti. Togliete la padella dal fuoco, salate la zucca e aggiungete le spezie e il peperoncino. Disponete la zucca in una pirofila, bagnate con un po’ di brodo vegetale e terminate la cottura in forno pre-riscaldato a 200 °C (30-40 minuti). Se necessario durante la cottura, continuate a bagnare con il brodo.

You Might Also Like

12 commenti

  1. Questa ricetta mi ispira tantissimo, la segno subito! Grazie per avermela fatta conoscere e complimenti :) Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale, se la provi facci sapere cosa ne pensi!

      Elimina
  2. ho una zucca intera che aspetta di essere trasformata in mille portate...una potrebbe essere questa. :-)

    mi piace molto !

    a presto
    Pippi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche noi tra poco inizieremo ad avere zucche enormi...per fortune piace a tutti!

      Elimina
  3. come sempre adoro le tue foto e mi piace anche la zucca che sarei curiosa di conoscerla di questo tipo.ma a Londra non erano ben contenti se facevi tu da mangiare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ognuno cucina la propria cena/pranzo!!Però secondo me un po' invidiosi sono...ogni tanto li scopro ad osservare furtivi i miei piatti di pasta fumanti ;)

      Elimina
  4. Questa tua ricetta mi ha veramente affascinato. Che meraviglia!!!

    RispondiElimina
  5. gustosa e invitante questa ricetta, la voglio provare, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  6. ottima lídea della cottura in forno. io la faccio molto simile ma in pentola.

    ciao

    maia

    RispondiElimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe