Novembre tempo di castagne e compleanni

mercoledì, novembre 20, 2013


Novembre è il mese dell'anno che preferisco. È così da sempre, o meglio da quando iniziano i miei primi ricordi di candeline e regali, quindi facendo un rapido calcolo, da 25 anni a questa parte. Novembre infatti è il mese del mio compleanno e di quello di tante altre persone a cui voglio bene. È il tempo delle foglie che cadono e colorano l’asfalto di rosso e di giallo, della fettunta con l'olio novo e delle castagne. Proprio gli spinosi ricci e il loro morbido cuore mi riportano alla mente due ricordi legati alla mia infanzia. L'emozione mista a curiosità che mi accompagna nell’osservare Silvana, nella cucina della mia scuola materna, intenta a  preparare il castagnaccio e il profumo che si spande in un’altra cucina, quella dei nonni, durante la bollitura delle ballotte. Ho l’impressione poi che quelle castagne bollite, che un tempo venivano preparate svariate volte a casa mia, in realtà piacessero solamente a mio nonno, tanto che adesso le ballotte non vengono più fatte da un bel po’. Il loro profumo però resta, almeno nei ricordi. Sono molto contenta della scelta fatta da Serena per la sfida dell’MTC di questo mese e se devo essere sincera un po’ ci avevo sperato. La cosa però che ha spiazzato entrambe (me e la socia) è stata la scelta di puntare su un ingrediente piuttosto che su di una singola ricetta. Un ingrediente, che ha aperto le porte ad innumerevoli possibilità ma allo stesso tempo ha fatto temere l’effetto schermo bianco ed encefalogramma piatto. Inoltre al tema di questo mese si riallaccia quello della cucina povera. Le castagne e la farina che da esse si ricava rappresentavano in alcune zone montane una delle principali fonti di sostentamento e spesso andavano a sostituire il pane di frumento nelle diete dei ceti popolari. Da qui l’appellativo di albero del pane dato appunto al castagno. Abbiamo cercato nella nostra proposta di attenerci al tema della sfida, utilizzando pochi ed umili ingredienti e riciclandone altri. Le castagne tritate che vanno a completare il piatto, sono le caldarroste avanzate dal giorno prima, che hanno perso ormai ogni attrattiva, ma che in questo nuovo contesto riacquistano nuova vita. Se non le avete a disposizione potete provare con le castagne secche, l’effetto più o meno sarà lo stesso. 





Maltagliati di farina di castagne con cavolo verza e lardo

Ingredienti per 4 persone:

per la pasta:
200 g di farina di farina 00
130 gr di farina di castagne
120 ml di acqua
un pizzico di sale

per il condimento:
310 gr di cavolo verza
20 gr di castagne secche
4 fettine sottili di lardo (35 gr)
20 ml di acqua
vino bianco per sfumare
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaio di vinsanto
pecorino per spolverare
olio extravergine d'oliva
sale

In un piccolo recipiente mettete le castagne in ammollo con circa 20 ml di acqua e un cucchiaio di vinsanto. Il tempo di ammollo dipende da quanto sono secche le vostre castagne.
Setacciate le due farine e il pizzico di sale assieme. Su una spianatoia formate una fontana e al centro aggiungete a poco a poco l’acqua. Impastare fino ad ottenere un composto omogeneo.
Continuate ad impastare per una decina di minuti in modo da avere un impasto morbido.
Infarinate il piano di lavoro e con un mattarello stendete la pasta di 2 mm di spessore. Tagliate delle strisce ed in seguito da queste ricavate dei rombi di 2 cm di larghezza e 5 cm di lunghezza.
Per il condimento pulite il cavolo e tagliatelo a listerelle sottili, dopodiché fatelo appassire in una padella con un filo d’olio e uno spicchio di aglio. Sfumate con del vino bianco, salate e continuate a cuocere a fuoco basso fino a che non sarà appassito.   
Lessate i maltagliati in abbondante acqua salata. Una volta cotti aggiungeteli al cavolo verza e fateli saltare assieme a fuoco basso. Togliete la pasta dal fuoco e aggiungete il lardo tagliato a pezzetti e le castagne ammollate tritate grossolanamente.
Servite ben caldo con una spolverata di pecorino.




Con questa ricetta partecipiamo alla sfida n. 34 dell'mtchallenge



You Might Also Like

75 commenti

  1. Bel piatto...e allora buon compleanno in ritardo (forse :D ), baci Flavia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no, il compleanno è proprio oggi!!un bacio Flavia

      Elimina
  2. Un abbinamento perfetto per una ricetta perfetta.
    E tantissimi auguri!!!!

    RispondiElimina
  3. belli, mi piacciono molto anche nella forma. Bella ricetta, novembrina, calda un vero comfort food.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è vero sa proprio di casa-calduccio-piatto che riscalda!!Un bacio Annarita

      Elimina
  4. Che meraviglia questi maltagliati.. e credo che la verza e il lardo li accompagnino in modo esemplare.
    Bellissima ricetta :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giulietta!Io ho ancora in testa il tuo castagnaccio e delle farina di castagne da finire...bacio

      Elimina
  5. Uh mamma la pasta di castagne *_* io che le mangerei anche nel tè, questa non me la posso perdere! mi piace anche molto l'abbinamento con la verza, ometterei il lardo per ovvie ragione, ma sono sicura che non sarebbero comunque niente male! ;)
    un abbraccio, a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io le metterei ovunque, ma soprattutto mi piace la farina di castagne. Mangerei quantità industriali di castagnaccio, necci e frittelle se non mi contenessi un po'! Ti assicuro che il piatto è buonissimo anche in versione vegetariana senza lardo!Bacio

      Elimina
  6. mi piace tutto qui: la ricetta, i racconti, le foto, il blog!!!
    augurissimi e a presto :)

    RispondiElimina
  7. ora lo posso dire senza caricarvi eccessivamente d' ansia : ))
    mi aspettavo grandi cose da voi, e con una certa trepidazione aspettavo la pubblicazione della ricetta.
    non vi siete smentite, non mi avete delusa affatto.
    voi avete il dono della semplicità che si unisce all' eleganza in modo così armonioso e fedele da lasciarmi a bocca aperta. sempre.
    siete speciali, io questo ve l' ho sempre detto e sono ancora più felice di potervelo ripetere in occasione di questa sfida.
    sarà che ci abbiamo l' animo vicino, sarà che spesso sembra quasi che noi ci si legga nei pensieri, ma è così.
    ogni vostra ricetta è pensata e preparata con amore, dedizione e tanta tanta cura. per questo è sempre speciale.
    i maltagliati sono perfetti, pure troppo!!! ma il tocco del vinsanto quello no, non me lo aspettavo. così come il suo abbinamento alla verza.. e la verza con le castagne secche..
    vabbè, so dove voglio arrivare ma non so come arrivarci. il fatto è che leggere anche la vostra ricetta è un' emozione, riga dopo riga, paroa dopo parola, ingrediente dopo ingrediente.
    io vi devo abbracciare prima o poi... sappiatelo!!!
    : ))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi devo un attimo riprendere perchè leggere questo commento mi ha leggermente emozionato...Le tue parole le avrei potute scrivere io sul tuo blog (ma forse non sarei riuscita a farlo così bene), perché è vero, c'è una grande affinità tra noi. Fin da quando hai iniziato ha lasciare i tuoi commenti tra queste pagine ho capito che eri una gran bella persona e queste parole ne sono un'ulteriore conferma. E' stato un piacere cucinare per questa sfida e la ricetta è venuta da se, siamo partite dall'idea della pasta e poi piano piano ci abbiamo costruito intorno un piatto completo. Anche noi non vediamo l'ora di poterti abbracciare di persona, quest'incontro va fatto assolutamente!!un bacione

      Elimina
  8. Il potere dei cibi che connotano le stagioni, si aggrappano forti ai nostri gusti e umori, è come se ci leggessero dentro... e quando fa freddo, piatti così sono un toccasana per tutto...

    RispondiElimina
  9. le cose che avrei voluto dirvi, le ha scritte pari pari Serena: siete l'emozione della semplicità, la ricchezza dell'essenziale, il cuore che palpita in una perfezione che non è mai algida, ma è sempre capace di stupire, l'equilibrio alchemico di chi ha tanto da dire e trova sempre il modo più appropriato e più toccante per dirlo: che siano parole, immagini, ricette- o un tocco di vin santo nel condimento. E' un onore, avervi alll'mtc!

    RispondiElimina
  10. centratissimo il tema, centratissima la ricetta, i sapori giusti.. questo piatto è nelle vostre corde e lo avete preparato divinamente!!! sempre bravissime!! e tantissimi auguroni!!!!

    RispondiElimina
  11. Direi che hai onorato il tuo mese preferito, facendo un dono ance a noi! Perfetti questi tuoi maltagliati ed eccellente l'accompagnamento con verza e lardo.

    RispondiElimina
  12. Ecco, una delle tante ricette che questo mese mi sono persa. E che ricetta! Vittoria strameritata!!!! Complimenti!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E beh anch'io non sono riuscita a vederle tutte!!Grazie mille!

      Elimina
  13. Congratulazioni di cuore!!! :)

    RispondiElimina
  14. Congratulazioni di cuore!!! :)

    RispondiElimina
  15. Congratulazioni di cuore!!! :)

    RispondiElimina
  16. Congratulazioni di cuore!!! :)

    RispondiElimina
  17. Congratulazioni di cuore!!! :)

    RispondiElimina
  18. Congratulazioni di cuore!!! :)

    RispondiElimina
  19. Congratulazioni di cuore!!! :)

    RispondiElimina
  20. le mie bime preferite, sono veramente contenta...un bacione e in bocca al lupo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Annarita!!Crepi!!ne abbiamo bisogno!

      Elimina
  21. Beh ragazze, felicissima e vittoria strameritata! Siete ufficialmente le "December Culattacchion" per l'MTC (ne so qualcosa eheheheeh....). Avrete un mese per prepararvi e so già che sarà una ricetta strabiliante! Un abbraccione e bravissime! Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patty!!Per fortuna ci sono le feste, perchè mai avrei pensato di vincere...!!!

      Elimina
  22. Complimenti!!!!!! Bellissima ricetta e bellissimo conoscervi!!!

    RispondiElimina
  23. Bravissimeeeee!! Sono proprio felice! E Serena non poteva scegliere ricetta migliore: semplice, di quella semplicità che scalda il cuore, proprio quello che trasmette lei con la sua cucina e voi siete riuscite a interpretare perfettamente la sfida. Complimenti e ora godetevi questo momento! :)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elisa!!Siamo ancora in uno stato confusionale, chi se lo sarebbe mai immaginato di vincere?Grazie ancora per le tue parole.

      Elimina
  24. Care ragazze, forse dovrei vergognarmi un po', ma prima di questa fantastica vincita non vi conoscevo. Sono molto lieto di essere venuto a trovarvi perché ho visto un blog molto bello e interessante. Un caro abbraccio e tanti complimenti
    Andrea

    RispondiElimina
  25. Avevo letto il post e la ricetta non riuscendo a commentare.. grandissimeee! complimenti per la vittoria strameritata! un bacione!

    RispondiElimina
  26. Che dire, vittoria stra-meritata! Vi aspettiamo al varco con la prossima sfida :)

    Brave brave brave!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so che ci state già aspettando...e qui inizio a preoccuparmi!!!Però per il momento mi godo la vittoria, da domani parte l'ansia da ricetta!

      Elimina
  27. C O M P L I M E N T I!!!!!! Siete state bravissime! :)))))

    RispondiElimina
  28. Volevo farvi i complimenti! Una ricetta che non solo sa d'autunno al cento per cento, ma sa tanto d'amore. Di cose semplici preparate con cura... non conoscevo questo blog ed è stata davvero una bellissima scoperta! Brave <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo contente che tu sia passata di qui e che ti sia piaciuta la nostra ricetta!!Grazie mille Sandra!

      Elimina
  29. Finalmente non sono più col tablet e riesco a commentare: sono contentissima ragazze, congratulazioni!!!!

    RispondiElimina
  30. COMPLIMENTI PER LA VITTORIA!!!
    Piacere di conoscervi
    Ciao
    Cristina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina!Grazie mille, il piacere è tutto nostro..è da un bel po' che seguiamo il tuo blog!

      Elimina
  31. Complimentissimi! Vittoria strameritata per tutto: per la ricetta, per le foto, per il racconto.... Brave!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Morena, vincere era proprio l'ultimo dei miei pensieri....ancora non ho bel realizzato!

      Elimina
  32. Complimenti! Vince la semplicità!

    RispondiElimina
  33. Complimenti per la vittoria! ricetta molto calda e comfort, ne prenderei volentieri un pò con questo freddo, ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chi lo dici!!Ci vorrebbe proprio qualcosa per scaldarsi un po'...grazie dei complimenti, noi siamo già preoccupate per il dopo!

      Elimina
  34. Bellissima ricetta, dagli ingredienti semplici che sanno di casa. Complimenti!

    RispondiElimina
  35. l'avevo detto che era un piatto nelle vostre corde!!! complimentissimi!!!! vi siete riprese?!?! braveeeee!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ci stiamo riprendendo e pensando al dopo ;)

      Elimina
  36. Arrivo sempre in ritardo, perdono!!!
    Complimentissimi ragazze, adesso tocca a voi!!! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Viviana..eh si ci aspetta un mese di gennaio piuttosto intenso!!

      Elimina
  37. Finalmente riesco a passare. Volevo guardarmela con calma la vostra ricetta, certa che Serena avesse fatto una scelta perfetta, visto che me l'ero persa tra la montagna di tutti i partecipanti del mese scorso.
    E devo dire che la vostra è stata una vittoria strameritata, la ricetta è strepitosa, di quelle che piacciono a me, semplice ma ricchissima allo stesso tempo, di gusto, equilibrio e raffinatezza.
    Piacere di conoscervi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille!Soprattutto detto da una come te che fa sempre cose strepitose!!

      Elimina
  38. In treno von un po' di calma! Complimenti per la vittoria..mi raccomando: tirare fuori dal cilindro una grande ricetta...o chissà un ingrediente nuovo! Un bacio cri

    RispondiElimina
  39. Mancavo solo io???
    Congratulazioniiiiii!
    So che in questo mese avrete teeeeempo per persare... ecco fatelo, io non vedo l'ora che arrivi gennaio e scoprire la vostra proposta, come fosse un regalo daj re magi!!!!

    Besos

    RispondiElimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe