17.12.13

Patè e castagne


Spesso mi dimentico la fortuna che abbiamo nell'essere in due. Si possono dividere i compiti e così mentre una scrive, l’altra fotografa, mentre una cucina, l’altra assaggia. Il gioco delle parti ad un certo punto si inverte ed i ruoli si capovolgono. Essere in due dovrebbe corrispondere anche ad una migliore organizzazione, ma se le due persone in questione hanno poca confidenza con il significato di questa parola, allora le cose non possono che complicarsi. Moltiplicate per due la vostra idea di confusione, il risultato vi apparirà sottoforma delle due sorelle Calugi. Non è raro imbattersi in una delle due che cerca disperatamente il foglietto sul quale ha appuntato le dosi, mentre l’altra corre al supermercato per comprare l’ingrediente dimenticato. Anche in questo caso, ad un certo punto i ruoli si invertono e si ricomincia da capo: una si dimentica una cosa, l’altra la perde. Il caos è quindi il nostro marchio di fabbrica e la ricetta di oggi ne è un classico esempio. Pensata e studiata per la sfida mensile dell’MTC di novembre, realizzata esattamente un mese dopo. Eravamo partite con l’idea di preparare “minimo” due ricette da proporre per l’MTChallenge del mese scorso, ma il tempo è tiranno e sicuramente non premia due disorganizzate come noi. Ci sembrava però un peccato lasciarla semplicemente un’idea e così, ormai abbondantemente fuori gara ve la proponiamo. 
Il sapore deciso della scamerita si accompagna a quello  dolce del castagnaccio, creando un duo ben organizzato, a differenza delle due sorelle che hanno partorito questo antipasto.   


Patè di scamerita su quadretti di castagnaccio

Ingredienti per 5 persone:

570g di scamerita
1 scalogno
vin santo per sfumare
200g di farina di castagne
300ml di acqua
40g di pinoli
olio extravergine d’oliva
un rametto di rosmarino
un pizzico di sale

In una ciotola contente la farina di castagne aggiungete poco alla volta l’acqua, mescolando bene, fino ad ottenere una pastella omogenea. Aggiungete un pizzico di sale e i pinoli. Versate in una teglia rettangolare, precedentemente spennellata con dell’olio. L’impasto dovrebbe raggiungere circa un centimetro di altezza. Cospargete la superficie del castagnaccio con il rosmarino e con dell’altro olio. Infornate in forno preriscaldato a 200 °C per circa 30 minuti.

Nel frattempo tagliate la scamerita a tocchetti. In una pentola, fate soffriggere lo scalogno tritato con un poco di olio. Dopodichè aggiungete la carne tagliata a tocchetti, Fate rosolare ben bene, sfumate con del vin santo, salate e portate a cottura. Una volta cotta, lasciate intiepidire. Frullate la carne con il mixer. Tagliate il castagnaccio a quadretti sui quali disporrete delle quenelle di patè di scamerita.


Se ancora non vi siete stancati di noi, andate a dare un'occhiata al nuovo numero di Taste&More. Oltre ad una nostra ricetta, troverete tante idee per la cena di natale, per gli aperitivi da preparare la notte di San Silvestro e per l'arrivo della befana!  


8 commenti:

  1. Avete fatto bene a dimenticarla...se aveste dimenticato l'altra magari non avreste vinto...anche il caos ha un suo perchè...e che cosa avreste pubblicato oggi? invece eccolo lì a fagiolo il patè tanto di moda in questi giorni con il castagnaccio....mi fate quasi paura! Un bacione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero il patè ora va di modissima :)))
      Hai presente quando fai mille progetti e poi ti saltano tutti?!è successo proprio così, avevamo pensato anche ad un dolce a base di castagne e anche quello è rimasto solo un abbozzo da migliorare. Quindi la sorpresa della vincita è stata ancora più grande!

      Elimina
  2. Se la disorganizzazione porta a questo, vendetemente qualche chilo!!! :))) Veramente geniale l'idea di frullare la scamerita che è saporita ma un pò duretta. Mi piace l'accostamento con il castagnaccio
    Ciao
    Isabel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si te la passiamo...noi ne faremmo volentieri a meno!!un bacio

      Elimina
  3. Interessante questo abbinamento! Mi sembra un'ottima idea per un aperitivo e il risultato sembra davvero goloso. complimenti!!!

    RispondiElimina
  4. Avete ragione, era un peccato non pubblicarla.. ricetta che mi piace un sacco! adoro il castagnaccio e avete trovato un modo perfetto per inserirlo in un antipasto! non so se ho mai assaggiato questa parte del maiale, ma trovo che sia un perfetto abbinamento! brave! disorganizzate, ma brave ;-)))))) bacioni!

    RispondiElimina