Crêpes agli asparagi

venerdì, maggio 16, 2014



Ogni tanto chi si diletta nel fotografare il cibo si trova di fronte al problema del "buono ma per niente fotogenico". Il fotografo bravo riesce a rendere appetibili anche i piatti più impensabili, mentre gli altri hanno tutti un mostro con il quale scontrarsi. Il nostro personale mostro è la crespella.
Fotografare una crêpe infatti, ci ha sempre creato qualche piccolo pensiero, che può essere facilmente compreso guardando questa foto qui. La ricetta in questione è buona e conosco una persona che l'ha rifatta in varie occasioni. La stessa persona ci ha però fatto notare che la foto non rende giustizia alla bontà del piatto. È un “orrore” da gustare e a nessuno, guardando la foto verrebbe voglia di replicare la ricetta. È passata un bel po' di acqua sotto i ponti, ma il problema crêpe è rimasto, tanto che dopo il penoso tentativo ci eravamo ben guardate da rifare una cosa del genere. Le ricette però non possono essere pensate solamente nell'ottica di ottenere una foto bella e così di fronte alla bontà ci siamo decise ad affrontare la poco fotogenica crêpe. Il risultato ci ha soddisfatto, sulla foto c’è ancora da lavorare, ma niente a che vedere con la crespella/mostro di qualche anno fa. Il ripieno è di stagione e la salsa che l'accompagna è talmente buona e versatile che potrebbe essere utilizzata in molte altre preparazioni. Per quanto riguarda la ricetta dell’impasto delle crêpes siamo andate sul sicuro, utilizzando la ricetta proposta per una sfida passata dell’MTC. La ricetta prevede molti passaggi, c’è quindi il rischio che i vari componenti (le crêpes, la salsa alla ricotta e il ripieno) si freddino durante la preparazione. Conviene quindi tenere tutto in caldo, oppure passare le crêpes in forno una volta pronte.




Crêpes con gli asparagi

Ingredienti per 5 crepes:

175g di latte
75g di farina 0
25ml di acqua
1 uovo medio
un pizzico di sale
burro per cuocerle

Per il ripieno:

700g di asparagi
40g di mandorle
50g di pancetta
vino bianco
uno spicchio d’aglio
olio extravergine d’oliva

Per la salsa:

150g di ricotta
60ml di latte
un filo d’olio
20g di parmigiano grattugiato

Per le crepes:
In una ciotola rompete l’uovo e sbattetelo leggermente. Incorporate alternando la farina e la miscela latte/acqua continuate così fino ad ottenere una pastella liscia e senza grumi. Aggiungete il sale e lasciate riposare per un’ora. In un pentolino, fate sciogliere una noce di burro, scaldate la padella dopodiché versate la quantità necessaria di pastella. Fate ruotare la padella per spargere in maniere uniforme la pastella e fate cuocere fino a che non acquista un colore dorato. Girate la crêpes e terminate la cottura anche dall’altra parte.
Pulite e tagliate gli asparagi ed eliminate la parte più legnosa. Tagliateli a tocchetti, mettendo da parte le punte. In una padella fate soffriggere uno spicchio d’aglio con dell’olio, aggiungete gli asparagi tranne le punte, sfumate con del vino bianco e lasciate ammorbidire i tocchetti. Una volta cotti, frullatene metà, disponete la crema in una ciotola e aggiungete la parte lasciata intera. In un’altra padella fate appassire le punte di asparagi insieme alla pancetta fatta a dadini. Una volta cotti, aggiungete le punte d’asparagi e la pancetta nella ciotola contenente la crema. Amalgamate bene il tutto e unite anche le mandorle tritate.
Per la salsa: in un pentolino scaldate il latte, in seguito unite il parmigiano grattugiato e la ricotta. A fuoco lento e girando con un mestolo di legno, lasciate che il parmigiano si sciolga e si formi un composto omogeneo. Togliete dal fuoco, aggiungete un filo d’olio e frullate la crema con un frullatore ad immersione.

Riempite le crêpes con il ripieno preparato, chiudendole come più vi piace. Se necessario passatele in forno in modo da servirle calde, accompagnate dalla salsa alla ricotta. 

You Might Also Like

4 commenti

  1. Una splendida idea, soprattutto viva i prodotti di stagione e approfittiamone finché ci sono. Beh si, la crespella non è facile da fotografare ma questa vostra a me piace tanatissimo. Non sarò un'esperta, ma è davvero invitante! Buon weekend!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si alla fine le foto sono carine, anche se non sai quante ne sono state fatte per averne una!Ma la ricetta è buonissima!!

      Elimina
  2. Che c'è di male in un piatto brutto ma buono??? Si può sempre mangiare a occhi chiusi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, infatti certe volte si è schiavi della foto e non va bene. Purtroppo però i profumi e i sapori non possono essere trasmessi tramite lo schermo e per questo si vede giocare con la vista. Oppure si può sempre mangiare a occhi chiusi!!!

      Elimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe