Piadina pesche e lambrusco

giovedì, giugno 19, 2014


Una cena non si può dire conclusa senza un dolce che chiude le danze e la nostra piadina night non è stata un’eccezione. A fine serata non è mancata la versione dolce del piatto principe di tutta la cena. Tutto merito dell'uomo di casa (e della sua golosità). Siamo ragazze oneste, non ci prendiamo meriti altrui, quindi dobbiamo dare a Cesare quel che è di Cesare e ammettere che senza di lui questa piadina non sarebbe stata la stessa. L'idea c'era ma non ci soddisfaceva, era incompleta mancava quel qualcosa in più. Per una settimana circa è stata la piada: squacquerone pesche e un ingrediente variabile. Ogni giorno variava l'elemento che doveva completare il ripieno. Poi lui ci ha trovato la soluzione e ce l'ha pure portata in cucina. Una bottiglia di lambrusco, recuperata all'ultimo minuto. Il lambrusco è stato trasformato così in una riduzione zuccherina, che potesse far da accompagnamento alle pesche con le quali volevamo farcire la piadina.   



Piadina pesche, squacquerone e lambrusco

Ingredienti:

70 g di squacquerone
20 ml di lambrusco
2 cucchiai di zucchero
1 pesca

Tagliate la pesca a fette sottili. In una pentolino unite il lambrusco con lo zucchero e cuocete a fuoco basso fino a che il liquido non inizia a ritirarsi e ad addensarsi. Togliete dal fuoco è lasciate intiepidire. Unite le fette di pesca è mescolate bene. Spalmate la piadina con lo squacquerone, disponete le fette di pesca e la riduzione di lambrusco. Chiudete la piadina a metà è servite calda.


Per la piadina abbiamo usato la ricetta di Tiziana che trovate anche qui


Con questa ricetta partecipiamo alla sfida n.40 dell'MTC




You Might Also Like

28 commenti

  1. Bella questa!
    Un'idea spettacolare, W l'uomo di casa, ma senza di voi non sarebbe stata la stessa cosa
    Che tristezza non poter partecipare questo mese, ma vi auguro un forte in bocca al lupo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Monica, e soprattutto crepi il lupo!!

      Elimina
  2. beh...è giustissimo dare a Cesare quel che è di Cesare...soprattutto se porta un buon Lambrusco a casa!

    RispondiElimina
  3. e' giusto dare a Cesare quel che è di Cesare...soprattutto se porta il lambrusco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti se porta a casa il lambrusco non si può non dargli un po' di merito!!

      Elimina
  4. Vi scopro oggi grazie all'Mtc e ho già spulciato metà del vostro archivio! Complimenti per le vostre idee sempre originali, e per questa piadina al lambrusco che mi piace moltissimo.
    Giulia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piacere di conoscerti Giulia, sono andata a sbirciare il tuo blog, complimenti anche a te e grazie!!

      Elimina
  5. interessantissimooooo!!!!! ci provo senz'altro!!!! brave e bella presentazione!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie davvero, se replichi la ricetta facci sapere come ti è venuta, siamo sempre molto curiose di conoscere responsi di altre persone sulle nostre ricette

      Elimina
  6. Mamma mia, sembra buonissima! Complimenti! :)

    RispondiElimina
  7. Quando il vin santo quando il lambrusco qui c'è qualcuno che si diverte....... Bellissima idea ragazze.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Annarita ci stai suggerendo che abbiamo un problema con l'alcol?! Adesso inizio a preoccuparmi ;)
      Un bacio

      Elimina
  8. Risposte
    1. Grazie anche se il grosso del merito in questo caso va detto soprattutto all'uomo di casa!!

      Elimina
  9. Golosissima e che più romagnola non si può. Me ne mangerei una adesso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vista l'ora anch'io me ne mangerei una adesso :)

      Elimina
  10. Tanto di cappello per l'uomo di casa, questa versione dolce non sai quanto mi incuriosisce!:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh stavolta l'uomo di casa ha davvero contribuito non si può negare, forse è più sua che nostra!

      Elimina
  11. Mi ha colpito molto questa versione dolce della piada, ammetto che in effetti il lambrusco gli dona veramente la marcia in più!! Quindi siete una famiglia bella fantasiosa!!! Mi piace l'idea di usare lo squacquerone come parte cremosa!! E poi mi piace tantissimo l'effetto finale, bellissima da vedere!!! Complimenti a tutta la family che ha messo assieme le idee e ha creato una dolce piada unica!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Tiziana, sai questa piadina è bella da vedere ma dura poco integra ;), il tempo per scattare le foto è stato anche troppo, è stata spazzolata in un batter d'occhio e c'è da aggiungere che eravamo già belli pienotti al dolce. Non sempre riusciamo a mettere tutti d'accordo, anzi, ma in questo caso possiamo proprio dire che è stato un lavoro corale che a detta di tutte le cavie è riuscito bene. Un abbraccio

      Elimina
  12. un quadro pare, la bellezza è quasi tutto, dà il via all'assaggio e poi si finisce contenti e soddisfatti.
    Bene!
    Cla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow adesso ci montiamo la testa, addirittura un quadro! Concordo con te la bellezza è molto, spesso si mangia prima con gli occhi, e poi con la bocca. L'importante è però essere soddisfatti alla fine

      Elimina
  13. nooooooo ma è fantastica!!!!bellissima a vedersi e buonissima a mangiarsi mi sa!!!!un bacio stella a prestooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fidati è buonissima anche a mangiarsi, ma se non ti fidi ti conviene provarla e poi ci dici com'è. Un bacio

      Elimina
  14. rispondo al "diamo a Cesare quel che è di Cesare" con un "non c'è due senza tre": e quasi quasi, brevetterei il marchio"Calugi brothers" ;-)
    Bravissimi tutti!

    RispondiElimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe