Frittata cacio e pepe

giovedì, marzo 29, 2018



La frittata cacio e pepe
Vi racconto di questa frittata cacio e pepe con addosso la domenica trascorsa per le vie di Padova. Sono una di quelle persone che si innamorano facilmente dei posti nuovi; portami in un luogo che non ho visto e troverò qualcosa che mi piacerà moltissimo. Di Padova, oltre allo spriz a pochi euro e Parco della Valle, ciò di cui mi sentirai parlare per giorni sono i suoi portici. Sì, mi sono innamorata di quelli.

Se il cuore batte il ritmo della nostalgia da gita finita, la mente è proiettata al pic-nic di Pasquetta. Trascorrerò la Pasqua in famiglia e la pasquetta con gli amici. Ancora non abbiamo deciso nessuna meta, lo scorso anno ad esempio salimmo in alta quota, arrampicandoci fino al lago Scaffaiolo, all’interno del Parco Regionale dell’Alto Appennino Modenese. Non avevo mai fatto trekking e la montagna la conoscevo solo coperta di neve e come diversivo al mare per i pic-nic estivi. A proposito di innamoramenti facili, anche di quell’esperienza  mi sentirai dire che è stata molto bella. Nonostante il vento, la bassa temperatura e la fatica, riempirsi gli occhi di quella bellezza fu emozionante.

Cosa c’entrano tutte queste gite fuori porta con la ricetta di oggi? Ebbene la frittata cacio e pepe, è un piatto che bene si adatta ad essere trasportato e consumato freddo. L’idea di rivisitare la cacio e pepe in versione trasportabile ci è venuta dalla gricia à-porter di Patriza. La ricetta, tipica di alcune cucine regionali, è semplice ma allo stesso tempo di quelle che di cui ti riempi volentieri la pancia. Si prepara la pasta, cacio e pepe nel nostro caso, e poi si usa per fare una frittata. E’ un’ottima idea anche per riciclare gli avanzi di pasta.
Marta




Frittata cacio e pepe

Ingredienti per 4-6 persone:

200 g di spaghetti
4 uova medie
100 g di pecorino romano
pepe in grani
olio extravergine d’oliva
sale

Grattugiate il pecorino romano. Portate ad ebollizione una pentola con l’acqua. Salate l’acqua e unite gli spaghetti. Durante la cottura della pasta prelevate un paio di cucchiai di acqua di cottura e con questi in una ciotola stemperate il pecorino grattugiato.  In una padella fate scaldare dell’olio con il pepe macinato fresco. Scolate la pasta, tenendo sempre da parte dell’acqua di cottura e aggiungetela nella padella. Mescolate bene e aggiungete anche il pecorino ammorbidito in precedenza. Mantecate il tutto a fuoco medio. Aggiustate di pepe.
Fate intiepidire la pasta, trasferitela in una ciotola, unite le uova sbattute e mescolate bene. In una padella antiaderente fate scaldare dell’olio. Una volta ben caldo aggiungete metà della pasta sul fondo della padella. Fate rapprendere l’uovo, spolverate la superficie con un’ulteriore grattugiata di pecorino e ricoprite con l’altra metà di pasta. Pressate con una forchetta e fate cuocere la frittata. Cercate di controllare la cottura del fondo della frittata, quando sarà dorata girate la frittata con l’aiuto di un piatto. Continuate a cuocere per qualche minuto ancora. Una volta cotta disponetela su di un piatto e attendete qualche minuto prima di tagliarla.

You Might Also Like

0 commenti

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe