Welsh cake

mercoledì, ottobre 31, 2018


Immagine con foto di biscotti impilati uno su l'altro

Il mio primo incontro con i Welsh cake è stato ad agosto. Non proprio un dolce estivo ma, vista la loro semplicità e la grande comodità di non doverli cuocere in forno, hanno avuto la meglio su tante altre torte che avrebbero causato la trasformazione della cucina in una sauna. I welsh cake sono stati preparati un pomeriggio di riposo forzato, per la colazione del giorno successivo. Per confondere ancora di più le cose ho voluto usare, al posto della cannella, le spezie che di solito vengono utilizzate per la preparazione del pain d’epices. Così mi sono ritrovata con la casa che profumava di natale alla vigilia di ferragosto. In questo periodo di attesa, in cui la cucina ha acquistato un ruolo ancora più predominante nella mia routine, ho pensato di replicarli e stavolta nessuno mi ha preso per pazza, al contrario sono stati accolti ben volentieri accompagnati da una tazza di tè.

Questi dolcetti sono, come anticipa il nome stesso, dei dolci tradizionali gallesi che sembrano un incrocio tra un grosso biscotto e uno scones basso. Possono essere mangiati spolverizzati con dello zucchero oppure spalmati con del burro e della marmellata. I welsh cake vengono preparati per la colazione dei giorni di festa, come in occasione dei festeggiamenti del patrono del Galles.  Ne esistono alcune varianti, tra queste, quella che mi ha incuriosito di più è quella che prevede l’aggiunta di mele grattugiate all’interno dell’impasto classico. I welsh cake sono molto buoni appena preparati ma si conservano bene anche nei giorni successivi quando eventualmente possono essere anche riscaldati. La prima volta che li ho preparati mi sono affidata alla ricetta de “La Tarte Maison” e vista la buona riuscita, anche in questo caso, non ho cambiato una virgola rispetto alla sua ricetta. Per aromatizzare questi dolcetti è possibile utilizzare la cannella, oppure come nel nostro caso un mix di spezie (pepe, noce moscata, chiodi di garofano, cannella).
Chiara


Welsh cake

Ingredienti (17 welsh cake)

220 g di farina 00
80 g di zucchero semolato
½ cucchiaino di spezie miste o di cannella
½ cucchiaino di lievito in polvere
90 g di burro + per la padella
50 g uvetta
1 uovo 

In una ciotola unite la farina, lo zucchero, le spezie, il lievito e un pizzico di sale. Aggiungete il burro a tocchetti e lavorate con la punta delle dita fino ad ottenere un composto “bricioloso”. Unite l’uovo al composto ed impastate fino ad ottenere un impasto morbido. Infine aggiungete l’uvetta precedentemente ammollata. Lasciate riposare in frigorifero per un paio d’ore o anche per tutta la notte se pensate di cuocerli al mattino per la colazione.
Stendete la pasta su di un piano di lavoro leggermente infarinato allo spessore di mezzo centimetro. Ricavare con un coppa pasta (o con le formine dei biscotti) dei biscotti di 6/8 centimetri di diametro. Ungete leggermente con del burro una padella antiaderente (ancora meglio sarebbe una teglia da crepes) e scaldatela su un fuoco medio. Fate cuocere i welsh cake per circa 3 minuti per lato, fino a quando non saranno di un marrone dorato e cotti all’interno. 

You Might Also Like

0 commenti

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe