Scienziata anche tra i fornelli

martedì, gennaio 31, 2012


Applicare un approccio scientifico in cucina.
Ho scambiato il camice con il grembiule e le beute con le tazze, per trovare l’equilibrio perfetto per questa torta. Dopo un primo fallimento, individuati i punti deboli della preparazione, ho fatto una modifica per volta e al terzo tentativo, la mia testardaggine è stata premiata!
La ricetta di base è quella della torta morbida all’arancia del libro “Dolce” di Ladurée. Al primo tentativo, affondando il coltello per tagliare la prima fetta di torta, ho notato subito che il dolce aveva una consistenza troppo umida e compatta. Ho aumentato quindi la quantità di farina, ma niente, la torta, una volta tolta dal forno, risultava sempre poco cotta. Ben  sapendo che una piccola modifica può portare grandi risultati ho voluto fare un ultimo tentativo, prima di accantonare definitivamente la ricetta. Devo dire che alla fine ho ottenuto una torta piacevole di una consistenza morbida tanto che ad ogni morso sembra sciogliersi in bocca.
Ancora mi chiedo se ho commesso qualche errore nel seguire la procedura iniziale del libro. Qualcuno di voi ha avuto la mia stessa esperienza?
Intanto, vi lascio la mia versione!


Ingredienti

Per la torta:

225g di farina
225g di zucchero
225g di burro
3 uova intere
2 arance non trattate
Una bustina di lievito

Per lo sciroppo:

90g di zucchero semolato
20 cl di succo d’arancia

Per le fette di arancia caramellate:

1 arancia non trattata
20 cl di acqua
100g di zucchero semolato

Lavate l’arancia e tagliatela a fettine sottili. Portate ad ebollizione l’acqua e lo zucchero e aggiungete delicatamente le fette di arancia. Mantenete a fuoco molto basso per  20 minuti, senza raggiungere il bollore. Scolatele (sempre delicatamente) e lasciatele raffreddare.
Con una grattugia, prelevate le scorze delle arance e mescolatele con lo zucchero. Spremete le arance restanti per estrarne il succo. Fate ammorbidire il burro nel microonde o a bagnomaria, sino ad ottenere la consistenza di una pomata. Inseguito aggiungete la miscela zucchero-scorze, le uova, la farina, il succo delle arance e il lievito, mescolando bene. Versate l’impasto nello stampo imburrato e infornatelo per 1h e 30 minuti in forno a 180 °C.
Durante la cottura della torta preparate lo sciroppo. In un pentolino, portate ad ebollizione il succo d’arancio e lo zucchero. Quando la torta è cotta, una volta tolta dal forno, versate sulla sua superficie lo sciroppo. Decorate quindi la torta con le fette di arancia caramellate. 



You Might Also Like

8 commenti

  1. Buonissima...Chissà che profumino!!!

    RispondiElimina
  2. Oddio come sembra buonaaaa!!!
    Quasi quasi la faccio e la porto in ufficio... Ti faro' sapere come viene!!
    Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine dopo mille peripezie è venuta davvero buona, l'unico accorgimento è la cottura, che nonostante le modifiche è abbastanza lunga e penso vari da forno a forno!

      Elimina
  3. mamma mai questa torta sembra divina, sarebbe perfetta ora, in questo momento con un tè caldo!!! che voglia di una fettazza!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero!!E' perfetta come accompagnamento per il tè..io ci faccio colazione la mattina!

      Elimina
  4. Ciao, mi piace un sacco questa torta, anche io ne faccio una di simile che poi farcisco con una crema all'arancia. Io la cucino con il forno ventilato, che asciuga bene l'impasto e accorcia i tempi di cottura. Stasera guardo bene i miei ingredienti e poi confronto con i tuoi. Buona giornata!

    RispondiElimina
  5. Anch'io uso il forno ventilato, però c'è voluto comunque tanto. La crema all'arancia mi sembra proprio una bella idea per rifinire la torta...proverò anche questa variante!

    RispondiElimina
  6. adesso sono dei tuoi bellissimo blog

    RispondiElimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe