Melanzane di Ottolenghi my way

mercoledì, luglio 17, 2013


“Sabato ho organizzato un’apericena, mi vieni ad aiutare? Così facciamo qualcosa anche per il blog!”
“Poi se vuoi puoi venire anche all’aperitivo…”
Con queste semplici frasi Chiara ha chiesto il mio aiuto e mi ha invitato al suo evento di inaugurazione della casa nuova. Se state pensando che mi abbia invitato solo per avere due braccia in più, siete sulla strada giusta o per lo meno è la stessa cosa che ho pensato io.  
Nonostante questo, memore della bella mattinata trascorsa insieme qualche sabato fa, mi sono presentata puntuale alla sua porta, di nuovo con il frullatore in mano, perché ancora non ce l’ha.
Mi ha messo subito al lavoro, affidandomi per prima cosa il confezionamento del dolce: dei gelati biscotto. La frenesia della capa poco si addiceva alla mia stanchezza accumulata durante il giorno precedente, ma ho cercato ugualmente di stare al suo passo.
Ho aggiunto con cura pezzi di frutta e di cioccolato al gelato, che poi sarebbe dovuto diventare la farcitura dei biscotti di pasta frolla. Il progetto iniziale è però miseramente naufragato quando i primi biscotti, invece di diventare dei gelatini da mangiare (e fotografare) sono diventati delle torrette scomposte, farcite con un gelato sulla via della liquefazione. Dopo questo primo insuccesso e la corsa ai ripari con un semplicissimo dolce al cucchiaio, sono passata alla preparazione di queste melanzane. Stavolta non potevo sbagliare: ricetta è presa dal libro “Plenty” di Ottolenghi, ed in seguito rivista e adeguata alla stagione. Sarebbe stato un successo a colpo sicuro, e così è stato. Nella versione originale viene usata il melograno per guarnire le melanzane arrostite, decisamente troppo autunnale per una serata di mezza estate, così da essere sostituito da dei pomodorini confit. Se non riuscite a reperire il latticello potete utilizzare semplicemente lo yogurt greco oppure addizionarlo con un po' di panna acida.


Melanzane con yogurt grco e pomodorini confit
Ingredienti per una ventina di fettine

600g di pomodori datterini
trito di erbe aromatiche (basilico, timo, maggiorana)
zeste di limone
un pizzico di zucchero
2 grosse melanzane
timo fresco
150g di latticello
100g di yogurt greco
zaatar
olio extravergine d’oliva
sale e pepe

Pulite i pomodorini, tagliateli a metà e distribuiteli su una placca ricoperta di carta forno. Condite con il trito di erbe aromatiche e le zeste di limone. Salate, irrorate con un filo d’olio e aggiungete anche un po’ di zucchero. Cuocete in forno ad una temperatura piuttosto bassa (80 °C) fino a che non saranno appassiti. Nel frattempo preparate anche le melanzane. Pulitele e tagliatele a fette. Salatele e lasciatele a riposare per una mezzora in modo tale da renderle meno amare. Lavatele sotto l’acqua corrente e fate su ognuna di esse un’incisione a forma di griglia con l’aiuto di un coltello. Condite con l’olio, il sale e il timo fresco. Infornate e lasciate cuocere per una mezz’ora (dipende da quanto spesse farete le fette). Mentre le melanzane stanno cuocendo, preparate la salsa mescolando il latticello con lo yogurt greco e un filo d’olio. Aggiustate di sale e pepe. Distribuite questa salsa su ogni fetta tolta dal forno, aggiungete sopra di esse qualche pomodoro confit e terminate con l’aggiunta di una spolverata di zaatar.

You Might Also Like

16 commenti

  1. ahahaha queste sorelle maggiori, ma no voleva te perchè di te si fida, sei o non sei il suo braccio destro? Non lo ammetterà mai ma, le manchi e ogni scusa è buona per averti intorno.. Mi sa che questo libro devo comprarmelo...dopo Jerusalem, Ottolenghi è uno dei miei preferiti. Un bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per fortuna c'è qualcuno che mi difende!!!!Certo che mi manca,le mie son tutte scuse...
      Adoro Ottolenghi, da quando ho comprato Plenty non faccio altro che sfogliarlo e segnarmi le ricette da provare!Mi sa che tra un po' cedo anche a Jerusalem :))

      Elimina
  2. che figata, quanto mi piacciono queste cose, a me nessuno mi chiama per cucinare??? ;) bello anche il finger food, prendo appunti potrebbe servirmi a breve!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok allora per la prossima cena considerati reclutata, visto che la sorella si lamenta ;)
      Sono perfette per un aperitivo o una cena a buffet e una tira l'altra..

      Elimina
  3. Poveretta, sfruttamento bello e buono.
    spero per te che ti abbia lasciato qualche fettina, la sorellona!
    ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A mia discolpa posso dire che è stata ampiamente ricompensata!!
      un bacio
      Chiara

      Elimina
  4. Poveretta, sfruttamento bello e buono.
    spero per te che ti abbia lasciato qualche fettina, la sorellona!
    ;-)

    RispondiElimina
  5. Poveretta, sfruttamento bello e buono.
    spero per te che ti abbia lasciato qualche fettina, la sorellona!
    ;-)

    RispondiElimina
  6. Sper almeno non ti abbia fatto storie per il biscotto gelato non riuscito, ahahahahahahah!
    Queste melanzane, invece, sono prelibatissime... e mi piacerebbe assaggiarle anche con il melograno!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No dai è stata comprensiva!!Anch'io sono molto curiosa di provarle con il melagrano, mi sa che verranno rifatte al momento opportuno!

      Elimina
  7. Ma che carine, non le conoscevo... posso solo sognarmi il resto dell'aperitivo, anche senza biscotti-gelato, per cui, tutto sommato, non vado matta :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alla fine l'aperitivo è riuscito benissimo anche senza i famigerati biscotti-gelato!

      Elimina
  8. Che bontà, mi piacciono proprio queste melanzane!

    RispondiElimina
  9. che fame che mi fanno venire queste splendide melanzane!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si anch'io d'estate ne mangerei a quantità industriali e fatte in tutti i modi :))

      Elimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe