Polpette di miglio con salsa di acciughe ed anacardi

venerdì, aprile 04, 2014


Quando si cucina per diletto spesso si sfornano piccoli orrori e si collezionano fallimenti. Dolci che assomigliano a delle frittate, gnocchi di patate con una consistenza improbabile e lievitati che stentano a gonfiarsi, sono solo gli ultimi disastri targati cucinaspontanea. La maggior parte delle volte la colpa è solamente delle cuoche provette, mentre in alcuni casi le ricette seguite non si rivelano affidabili (starbooks docet). Qualunque sia il motivo, non resta che riderci su e fare un ulteriore sforzo per reinventare il piatto, in modo da non buttare via niente. Dopo aver accumulato fallimenti, le persone normali ripiegherebbero su piatti di sicura riuscita, magari su di un dolce, magari al cioccolato (che è sempre una garanzia). Noi no, noi abbiamo riposto le nostre speranze di riscatto su delle polpette di miglio. Roba da matti: molti lo considerano magime per gli uccelli, noi lo utilizziamo per polpette vegetariane e pure gluten-free. L’assenza di glutine infatti, lo rende un alimento indicato per i celiaci o per chi soffre di altre intolleranze al glutine. Nonostante la mossa ardita di presentare queste palline di “becchime” ai nostri commensali, il riscatto c’è stato: sia le polpette, sia la salsa di accompagnamento sono state mangiate con gusto e fatte sparire velocemente.   


Polpette di miglio con crema di acciughe e anacardi

Ingredienti per 4 persone:

Per le polpette:
200g di miglio
150g di patata americana
peperoncino in polvere
curry
farina di mais qb
olio extravergine di oliva
sale

Per la salsa:
30g di acciughe
80g di anacardi

Per la salsa:
Tritate gli anacardi nel mixer. Sgocciolate le acciughe, scioglietele a fuoco basso con un filo d’acqua. Dopodiché aggiungete gli anacardi e un po’ di acqua in modo da ottenere una crema. Frullate il tutto con il frullatore ad immersione, in modo da ottenere una crema bella liscia.

Per le polpettine:
Lavate, pelate e tagliate a cubetti piccoli la patata. Disponete i cubetti su di una teglia con della carta forno, un po’ di olio e un pizzico di sale. Infornate per 15 minuti a 180°, controllando di tanto in tanto.
In una casseruola mettete il miglio con 400 ml di acqua e un pizzico di sale. Coprite e portate ad ebollizione, dopodiché abbassate la fiamma al minimo e lasciate andare fino al completo assorbimento dell’acqua. Quando il miglio sarà ben cotto, toglietelo dal fuoco e trasferite in un recipiente assieme alla patata, condite con un po’ di olio e aggiustate di sale. Aggiungete le spezie e mescolate bene.
Con le mani create delle piccole sfere, passatele nella farina di mais e disponetele su di una teglia rivestita di carta forno. Ungete con un filo d’olio e infornate a 180° per 15-20 minuti.
Servite le polpettine di miglio con la salsa di acciughe.



Con questa ricetta partecipiamo al Gluten free (Fri)day


http://www.glutenfreetravelandliving.it/100-gluten-free-friday/

You Might Also Like

16 commenti

  1. Adoro il miglio... e questo polpette sono spettacolari... poi queste foto, viene voglia di allungare la mano sullo schermo!!!
    Complimenti e buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piace!Di solito ci preparo le polpette vegetariane o lo metto nelle zuppe. Buon fine settimana anche a te!

      Elimina
  2. macchè fallimenti non ci credo. Queste polpette sono spettacolari e la salsa una scoperta davvero piacevole...se la vede la Galliti! Buon fine settimana....belle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. capita, capita. La cosa buffa è che poi ti ricordano più per le cose non riuscita che per quelle venute bene. A casa mi prendono ancora in giro per un dolce chiamato "lattaiolo" che venne una schifezza! La salsa è buonissima e super saporita, da abbinare ad un sacco di altre cose!buon fine settimana anche a te

      Elimina
  3. Ma che bellezza, amo le farine, i grani e le cultivar particolari!! Purtroppo i fallimenti in cucina ci sono spesso, ma a me piacciono perché insegnano un sacco di cose!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero c'è sempre il modo di imparare dagli errori.. almeno questo!!

      Elimina
  4. Anche a me piacciono molto queste polpette!!
    buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gaia buona domenica anche a te. un bacione!!

      Elimina
  5. Siamo una categorie di pazze e cerchiamo sempre qualcosa di diverso… ma queste sono state un successo, benché con il miglio ed è quanto dire… questo mi fa sospettare che tanti insuccessi non in ci siano in casa Cucina Spontanea!!!
    Grazie per la partecipazione <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono, ci sono!!Purtroppo ogni tanto sforniamo delle ciofeche incredibili e immangiabili. Forse dovremmo fare una rubrica apposita tipo: i nuovi mostri!Grazie a te Stefania, è stato un piacere partecipare!un bacio

      Elimina
  6. fantastiche!!!adoro le polpette di miglio delicate e croccanti!!!!bacio cara e buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Azzurra!un bacio anche a te e buon fine settimana.

      Elimina
  7. Siete spericolate!! E bravissime, la,salsa di accompagnamento mi intriga moltissimo, ovviamnete anche le polpette perchè io miglio ha solo una brutta fama..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La salsa è davvero buona, saporita e secondo me si presta ad un sacco di altri abbinamenti. Poi è velocissima da fare, cosa che non guasta!un bacio

      Elimina
  8. Non posso credere che vi capiti di andare incontro spesso a dei fallimenti :)
    Le polpette di miglio le faccio anch'io spesso (ma guarda un po' che combinazione :)) e le faccio pure io al forno. Quello che invece non ho mai fatto è accompagnarle con una salsa pazzesca come quella che avete ideato. Fantastica, bravissime.

    RispondiElimina
  9. Polpette gustose, ma la salsa la rubo subito...il cucciolo va matto per le acciughe, per questa salsa farebbe follie.
    Buona settimana col sorriso :-D

    RispondiElimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe