Lasagna alla zucca con nocciole e porcini

mercoledì, ottobre 22, 2014


Sua Maestà “La lasagna”, così Sabrina ha presentato la ricetta per la sfida di questo mese dell’MTChallenge. La curiosità che ci assale i primi giorni del mese, viene costantemente ripagata da grandi scelte e grandi prove in cui cimentarsi. Stavolta è toccato a sua maestà “La lasagna”, da eseguire a mano, compresa la sfoglia, per essere chiari. Sembra banale ripeterlo, ma ogni mese questa sfida ci insegna qualcosa, ci permette di sperimentare, ma soprattutto riesce a stupirci. La lasagna è per me il cibo della festa, regina indiscussa di pranzi importanti, solo i crostini neri chiamano le feste più delle lasagne.  
Mia mamma qualche mese fa mi ha confessato di aver sempre considerato le sue lasagne uno dei suoi cavalli di battaglia, la ricetta sicura che metteva tutti d’accordo, che non tradiva mai e che faceva sempre la sua gran figura sulla tavola apparecchiata. Al termine di questa confessione ha aggiunto “o almeno, pensavo fosse il mio piatto forte fino a questo Natale, quando le ha fatte Chiara”. Il babbo infatti ha elogiato, come mai gli avevo sentito fare, quelle della figlia maggiore. La lasagne di Chiara erano esattamente quelle di mia madre, che alterna il ragù al sugo di pomodoro semplice. La differenza tra le due era solo nella generosità del condimento con cui Chiara aveva alternato gli strati.
La lasagna che abbiamo assemblato per questa sfida è liberamente inspirata alla stagione attuale, ai frutti della terra di ottobre. In realtà nelle nostre menti ce n’erano anche altre, alcune anche più ardite, che non hanno avuto il tempo di vedere la luce perché i colori dell’autunno hanno avuto la meglio. Come del resto capita sempre, visto che questo piatto le volte in cui è in casa lo si varia in base alle stagioni, in modo incondizionato e totale, con grandi soddisfazioni per palato e commensali. Quindi eccoli, gli ingredienti per questo piatto: zucca-funghi-nocciole, che più ottobre di così non si può.




Lasagne di zucca con sugo di nocciole e porcini
Ingredienti:

Per il sugo:
700ml di passata di pomodoro
150g di porcini freschi
100g di nocciole
15g di funghi porcini secchi
½ bicchiere di vino rosso
4 cucchiai d’olio
1 carota
1 costa di sedano
1 scalogno
1 pizzico di pepe
1 pizzico di noce moscata
1 pizzico di cannella
1 rametto di rosmarino
sale

Per la sfoglia:

200 g di farina 0 di grano tenero
100 g di semola di grano duro
70 g di zucca
3 uova

Per la besciamella:

1 l di latte
100g di farina
80g di burro
Una cipolla
5 chiodi di garofano
noce moscata
sale

Per il sugo:
- Tritate grossolanamente le nocciole
-mettete i porcini secchi in ammollo in una ciotola con dell'acqua
- Pulite la carota, il sedano e lo scalogno, dopodiché tritateli finemente.
- In una padella scaldate l’olio e fate soffriggere gli odori
- Aggiungete le nocciole, i porcini secchi strizzati e il rosmarino. Sfumate con il vino e aggiungete la passata di pomodoro. Unite la cannella e la noce moscata, aggiustate di sale e pepe e lasciate cuocere a fuoco lento per un'ora circa.
- Nel frattempo, pulite i funghi freschi e tagliateli a listarelle. Verso fine cottura aggiungete i porcini freschi al sugo lasciate andare per un altro quarto d'ora.

Per la sfoglia:
- Pulite la zucca, fatela a cubetti. Cuocetela in forno, avvolta nella carta stagnola a 180 °C fino a che non sarà morbida. Una volta cotta, frullate la zucca e salatela.
- Disponete le due farine a fontana sul piano di lavoro. Disponete le uova al centro e la polpa della zucca frullata. Lavorate energicamente l’impasto fino a quando la zucca non sarà ben amalgamata e non risulterà liscio, aggiungendo se necessario della farina.
- Fatelo riposare coperto per circa mezz'ora.
- Riprendete l’impasto e stendetelo sottile con l’aiuto del mattarello. Partite dal centro e ruotate spesso la sfoglia. Una volta stesa lasciatela asciugare sul mattarello.
-

Per la besciamella:
- Scaldate il latte in una casseruola, assieme una cipolla sulla quale avrete infilzato i chiodi di garofano. Fate arrivare il latte fin quasi ad ebollizione, poi spegnete il fuoco e lasciate intiepidire.
- In un’altra casseruola a fuoco basso fate sciogliere il burro e aggiungetevi la farina. Fatelo cuocere per 30-40 secondi.
- Filtrate il latte e versatelo sul composto di burro e farina, fuori dal fuoco. Mescolate energicamente con una frusta per evitare la formazione di grumi, rimettete la pentola sul fuoco e continuate a mescolare fin quando la  salsa non si sarà addensata.
- Aggiungete la noce moscata e aggiustate di sale.

Composizione delle lasagne:
- Fate bollire abbondante acqua salata.
- Tagliate la sfoglia in grandi rettangoli. Buttateli nell’acqua bollente, e scolateli con l’aiuto di una schiumarola una volta cotti. Lasciateli raffreddare su un panno. 
- In una teglia da forno, versate un mestolo di sugo e uno di besciamella e stendeteli fino a coprire il fondo.
- Quando le lasagne si saranno asciugate stendentele nella teglia a strati, alternando uno strato di sugo, uno di besciamella e la sfoglia fino a riempire lo stampo.
- Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 20 minuti.




Con questa ricetta partecipiamo alla sfida n.42 dell'Mtchallenge

You Might Also Like

10 commenti

  1. Ragazze ma che buone... Me ne offrite un pezzetto!? Mi sono fermata al titolo e alla prima foto, mi avete stesa :-)
    Ho la sfoglia fatta un po' di tempo fa, la zucca già pulita in freezer... Nessuna scusa per non provarle!

    RispondiElimina
  2. No vabbeh adoro *__* l'accoppiata zucca e funghi ha qualcosa di miracoloso, e cos'è quella figata della cipolla in infusione nel latte per la besciamella?! Mai sentita! La prossima volta provo anch'io!
    Bellissimissima la vostra lasagna.

    RispondiElimina
  3. Un inno all'autunno!!
    Ragazze solo dalle foto viene una voglia di mangiarla tutta...e direttamente dalla teglia!

    RispondiElimina
  4. Lasagna sutpenda, sapori autunnali che si uniscono meravigliosamente!! quella sfoglia alla zucca cosa non è!!!!!!! grandissime Calugi Sisters!

    RispondiElimina
  5. Ma com'è che non l'avevo commentata?
    Meravigliose, adoro tutto, gli abbinamenti e gli accenti, un piatto splendido e ben studiato, bravissime!

    RispondiElimina
  6. Anche io ho puntato su una combo tutta ottobrina, ma anche zucca-nocciole-porcini mi fa sbavare al solo pensiero!
    Bellissima lasagna :)

    RispondiElimina
  7. Parto con un'ode alla mamma, perché l'idea del condimento alternato- salsa di pomodoro e ragù- non l'avevo mai sentita e mi chiedo come ho potuto farne a meno sino ad oggi. E si comincia a capire qualcosa di più sul mistero delle Calugi sister e su questa bravura "antica" che sorprende in due ragazzine come siete voi. come antichi sono i sapori di questa lasagna, che trovano in questa combinazione la loro naturale esaltazione. Credo di averlo già detto, perchè ogni volta che passo di qui il pensiero è sempre lo stesso: questa "spontaneità" che connota la vostra cucina è una vera naturalezza, che nasce da una sintonia quasi alchemica con i prodotti, gli ingredienti, le tecniche. Sempre le scelte giuste, anche e specialmente quando si tratta di dettagli, con un'eleganza delicata, che vi rende asslutamente uniche e meravigliose. Bravissime, anche stavolta.

    RispondiElimina
  8. E poi la lasagna non è fotogenica...
    come può non esserlo una sequenza di movimenti così naturali e tipici della cucina italiana?
    la pasta ci ha fatto grandi nel mondo. e voi l'avete dimostrato in ogni fotogramma.
    e non solo foto ma sostanza.
    stupenda lasagna, grazie.
    sabrina

    RispondiElimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe