Pollo al miele e arancia

martedì, novembre 25, 2014


Tutte le volte che si parla di feste e pranzi domenicali, uno dei piatti che mi viene sempre alla mente è il pollo arrosto. Uno dei pochi piatti che mia nonna ha sempre fatto, anche una volta in là con gli anni, con discreto successo. Rigorosamente accompagnato dalle patate arrosto. Durante questi pranzi in famiglia il mio status di figlia maggiore mi permetteva di spadroneggiare sui due più piccoli e riuscire a conquistare ogni volta il pezzo più ambito: la coscia. La seconda se la potevano anche litigare tra fratello e sorella, io ormai avevo già il piatto pieno. Quando ci siamo messe a pensare ad un piatto adatto alle feste, nessuna delle due ha avuto dei dubbi, dovevamo preparare un qualcosa che avesse come ingrediente principale il pollo della nostra infanzia. Lasciare che i ricordi avessero il sopravvento sulla sperimentazione non è una cosa che ci appartiene, quindi pollo sì, ma non arrosto. Non volendo inoltre scontrarci con la certezza che, uguagliare la nonna è più facile a dirsi che a farsi, l'abbiamo cotto in teglia aggiungendo l’arancia, il miele ed una punta di senape che hanno regalato al pollo una connotazione agrodolce.
Questa è la seconda ricetta pensata per il food-contest "Menù di Natale" organizzato dal Consorziodella denominazione di San Gimignano il quale prevede di abbinare il piatto al vino, nel nostro caso alla Vernaccia di San Gimignano Teruzzi&Puthod.

Questo vino bianco di San Gimignano ben si sposa con le carni bianche preparate sia sulla piastra sia in teglia, come le sovra cosce di pollo proposte nella nostra ricetta. Le note agrumate dell’arancia, utilizzata sia nella marinatura che durante la cottura del pollo, si fondono con quelle fruttate del vino al quale abbiamo pensato di abbinare il piatto. 

Pollo al miele e arancia

Ingredienti per 4 persone

780 g di sovracosce di pollo
1 cucchiaio di miele
1 cucchiaino di senape
1 piccolo peperoncino
succo di 1 ½ arancia
uno spicchio d'aglio
qualche rametto di timo fresco
sale
olio extravergine d’oliva

Disponete le sovracosce in una pirofila e irrorate con il succo di una arancia. Aggiungete un piccolo peperoncino tagliato a fettine, mescolate bene e lasciate riposare per un paio d’ore. Trascorso questo tempo, togliete il pollo dalla marinata. In una padella fate soffriggere uno spicchio d’aglio con un poco d’olio, in seguito aggiungete le sovracosce e fatele rosolare ben bene. Aggiungete un cucchiaio di miele ed in seguito il succo dell’arancia poco per volta. Salate, abbassate la fiamma e stemperate nel liquido la senape in grani. Continuate a cuocere le sovracosce aggiungendo prima il succo d’arancia rimanente e poi dell’acqua se necessario. Quando la carne è cotta fate ritirare il sughetto e aggiungete delle foglie di timo fresche.

   

You Might Also Like

7 commenti

  1. Adoro il pollo arrosto, e quando è marinato ancor di più.. se poi metti arancia, miele e senape in grani, è decisamente il piatto per me.
    Da provare assolutamente!
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordissimo, è uno di quei piatti al quale non si può dir di no.
      Grazie Giulietta!!!un bacione

      Elimina
  2. questa marinatura lo rende speciale e gustosissimo.. mi piace moltissimo! da provare

    RispondiElimina
  3. ero alla ricerca di un'idea per preparare il pollo in modo diverso e questa mi piace molto: sembra delicata eppure profumatissima :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto hai proprio centrato l'essenza di questo piatto. Aggiungi che non è nemmeno difficile da preparare è diventa un piatto perfetto!!un bacione

      Elimina
  4. quanto tempo che non passavo da qui..... troppo tempo. questo polletto è l'ideale anche per Dario che adora la senape. Lo proverò sicuramente e la Vernaccia poi ...ecco quella è per me. Baci baci.

    RispondiElimina

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe