Arista all'arancia e carote

lunedì, dicembre 18, 2017

Foto con l'arista all'arancia con carote

Il nostro secondo di Natale: l’arista all’arancia.
Chiara vi ha già rivelato, nel precedente racconto, di come siamo arrivate a scegliere questo piatto. Per il nostro primo menù di Natale abbiamo preparato uno dei piatti con cui più si riesce a far figura, senza un eccessivo sbattimento. L’arista all’arancia è uno dei cavalli di battaglia di “donna praticità”, che per i neofiti è nostra mamma. L’arista è anche la prima ricetta apparsa su “La cucina spontanea”, è evidente che il nostro piatto delle prime volte.

Quando mi viene chiesto da cosa è nata questa passione, spesso rispondo: “l’idea è stata di Chiara”, ed in parte è vero. “L’autora” come avrebbe detto nostra nonna è stata lei, o per lo meno l’idea di condividere tutto questo sul web in modo costante è sua. Se però penso a dove sia nata la passione per la cucina, non sarei del tutto onesta con me stessa e con voi nel dire “me l’ha trasmessa Chiara”, parte del merito va a donna praticità. Ho sempre visto mia mamma cucinare e sperimentare, per quanto faccia parte di quella generazione che preferisce la praticità, stare dietro ai fornelli e stupire ospiti con piatti diversi ogni volta le piaceva (il passato è d’obbligo, perché ora dice di essersi stufata di cucinare). Anche oggi, nonostante il peso dell’avere il mestolo in mano, fa entrare spezie e ricette che oltrepassano i confini nazionali nel quotidiano. La passione forse nasce da lì, dal vedere la mamma cucinare, da quando giocavo con Chiara a “Facciamo Wilma De Angelis”.*
La tendenza di mia mamma a sperimentare, ci porta oggi ad avere poche ricette di famiglia, non avere menù fisso di Natale o della domenica, ma avere questo spazio. Quindi sì, forse donna praticità c’entra parecchio con tutto questo.

L’arista all’arancia si prepara cuocendo o in tegame o in forno la carne, bagnandola di tanto in tanto con il succo delle arance.  Volendo si può sfumare l’arista con il Cointreau.  

P.s Wilma De Angelis negli anni ’90 conduceva una trasmissione dove cucinava ed intervistata delle persone famose, che nostra mamma guardava. Il gioco “Facciamo Wilma De Angelis” corrispondeva a mescolare con mestolo ciò che c’era in padella e raccontare quello che stavamo facendo, vi ricorda qualcosa questo gioco?


Marta

Preparazione dell'arista all'arancia

Arista all’arancia e carote

Ingredienti per 4 persone:

770g di arista di maiale
400g di carote
150ml di succo d’arancia (2 arance)
½ bicchiere di vino rosso
500 ml di brodo vegetale
Un rametto di rosmarino
Sale e pepe
Olio extravergine d’oliva

Pulite le carote e tagliatele a rondelle.
Scaldate l’olio in un tegame, rosolate l’arista a fiamma alta per alcuni minuti, girandola di tanto in tanto per farla dorare uniformemente. Quando sarà ben rosolata sfumate con il vino e con una parte del succo delle arance. Unite il rosmarino, e le carote. Continuate la cottura, aggiungendo di tanto in tanto se necessario il brodo vegetale. 
Verso fine cottura bagnate con il succo d'arancia avanzato.
Servite calda.

You Might Also Like

0 commenti

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe