Baccalà con polenta formenton otto file

mercoledì, gennaio 03, 2018

Piatto unico con baccalà con polenta formenton otto file

Baccalà con polenta formenton otto file.
Prima che il periodo detox vi assalga, prima che mettiate in atto i buoni propositi (o spropositi) per questo nuovo anno, concedetevi una bella porzione di baccalà con polenta. La cremosità finale del piatto, il pesce con il suo sapore deciso e la polenta rustica che si ottiene dalla formenton otto file, ci hanno conquistate.
Adesso vi aspettereste il racconto del percorso che c’è stato per approdare a questa ricetta. Dello studio dietro al piatto, ma non sarebbe la vera storia. La verità è che questa ricetta nasce da una serie di disguidi; ad essere sincere forse dovremmo chiamarlo baccalà alla C.D.C, lasciando a voi libera interpretazione dell’acronimo.
E’ andata più o meno così: volevamo fare il baccalà mantecato, o alla vicentina o alla veneziana, insomma ci era venuta voglia di provare un piatto tipico della tradizione italiana che non appartenesse alla nostra regione.
Il formenton otto file al posto della polenta bianca era già in programma, in un crossover tosco-vicentino. Andiamo dal pescivendolo di fretta, compriamo baccalà già ammollato, lo mettiamo in ammollo per essere certe che non risulti lo stesso troppo salato, e ci studiamo le ricette. A questo punto scopriamo che per il baccalà alla vicentina, ma anche per quello alla veneziana, si usa lo stoccafisso, mentre quello in nostro possesso è baccalà sotto sale. Fuori dal Veneto è facile incappare in questo disguido. Stessa materia prima di partenza, metodo di lavorazione e conservazione diverso.
Con il pesce “sbagliato” ci è sembrato impossibile fare una rivisitazione, provare a sostituire la polenta a nostro avviso ci poteva stare, i puristi avrebbero arricciato il naso, ma noi ce ne saremmo fatte una ragione. Cambiare così tanto la ricetta e farla passare per qualcosa che non è, avrebbe creato solo confusione. Così abbiamo dato vita ad un piatto ibrido, difficile da incasellare in una ricetta tradizionale piuttosto che in un’altra.


Il baccalà con polenta formenton otto file è un piatto caldo, che si consuma volentieri nelle giornate fredde, da mangiare come piatto unico, oppure volendo anche come antipasto servendolo in mini porzioni.
Marta

Ingredienti, baccalà con polenta formenton otto file


Baccalà con polenta formenton otto file

Ingredienti per 4 persone:

440g di baccalà già ammollato
200ml di latte
4 cucchiai di olio
2 acciughe sott’olio
1 spicchio d’aglio
olio extravergine d’oliva
sale e pepe
prezzemolo

Per la polenta:
200g di polenta formenton otto file
800ml di acqua

sale

Togliete la pelle e le lische al baccalà. Tagliatelo a tocchetti e passatelo nella farina. In un tegame (noi abbiamo usato un tegame di coccio) fate soffriggere l’aglio, in seguito unite le due acciughe facendole sciogliere. Unite il baccalà, fate insaporire bene. Aggiungete il latte e fate cuocere a fuoco molto basso fino a che il baccalà non sarà cotto e il latte non si sarà ritirato e sarà diventato una crema. Aggiungete a fine cottura del prezzemolo tritato al momento.


Portate a bollore l’acqua. Salate l’acqua dopodiché unite la polenta a pioggia. Continuate a cuocere a fuoco lento, mescolando con un mestolo di legno fino a che la polenta non sarà arrivata a cottura (40 minuti circa).

Servite il baccalà con la polenta.

You Might Also Like

0 commenti

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Il contenuto (immagini e testi) di questo blog NON può essere riprodotto. Eventuali citazioni sono consentite solo dopo aver contattato l'autore, solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Popular Posts

Lettori fissi

Subscribe